GP Austria: Verstappen in pole, a meno di 1 decimo le due Ferrari

GP Austria: Verstappen in pole, a meno di 1 decimo le due Ferrari

         
Iscriviti al Feed di Webmagazine24.it intopic.it feedelissimo.com Segnala a Zazoom - Blog Directory
 

Le qualifiche del GP d’Austria, come poteva aspettarsi, sono state molto serrate. Il tracciato particolarmente corto e veloce riduce notevolmente i distacchi tra le vetture. A partire dalla pole della Sprint Race di domani è Max Verstappen. Subito dietro a meno di 1 decimo di distacco troviamo Leclerc e Sainz. La terza manche è stata interrotta due volte con due bandiere rosse provocate dalle due Mercedes che sono andate a muro.  In quarta posizione troviamo la seconda Red Bull, quella di Perez.

GP Austria: la sintesi delle qualifiche

Lo short track di Spielberg si è presto riempito di auto nelle prime fasi del Q1 e ovviamente sono sorti problemi di traffico. Allo stesso tempo, anche i track limits erano un problema poiché Sainz è stato il primo a farsi cancellare un tempo sul giro per aver superato la linea bianca con tutte e quattro le ruote nell’ultima curva. Perez ha preso il sopravvento a metà sessione. Verstappen è stato in realtà leggermente più veloce nel suo giro ma il suo tempo è stato cancellato, anch’egli per essere andato troppo largo all’uscita dell’ultima curva.

Fernando Alonso ed entrambe le Ferrari sembravano a posto mentre entrambe le Mercedes si sono prese il loro tempo e sono arrivate in pista solo quando metà della sessione era terminata. Quando Hamilton è finalmente riuscito a completare un giro, mancavano 7 minuti al termine delle Q1. Hamilton però ha fatto un buon giro ed è stato subito il più veloce, superando Perez di 0,064 secondi.

Dopo due giri lenti, Verstappen ha effettuato un secondo giro veloce ed è balzato in cima alla classifica, solo per essere superato da Sainz e Leclerc in meno di un minuto. Le Aston Martin sono state eliminate già nel Q1. La seconda parte delle qualifiche ha visto Hamilton in testa ancora una volta, questa volta con 0.030 di vantaggio su Verstappen che questa volta non ha commesso un errore al suo primo tentativo. Russell ha seguito al terzo posto davanti al duo Ferrari. Hamilton ha continuato a migliorare ulteriormente mentre Verstappen è rientrato immediatamente ai box.

Quando Leclerc ha preso il primo posto verso la fine della sessione, Perez ha avuto un solo giro per assicurarsi un posto tra i primi 10 dopo aver cancellato i suoi tempi precedenti. Il messicano ha fatto un giro abbastanza buono nelle fasi finali per piazzarsi 6°. Sia le Alpine che entrambi i piloti Haas sono riusciti a passare il taglio. Ad essere eliminati sono stati Bottas, Albon e Norris e le AlphaTauri.

Esteban Ocon è stato il primo a segnare un tempo nell’ultima manche delle qualifiche. Il pilota Alpine, però, è presto scivolato in classifica, finendo al 6° posto dopo i primi giri veloci. Verstappen è stato il più veloce in quelle uscite davanti a Leclerc, Sainz, Perez e Russell. Quando la maggior parte è tornata ai box, Hamilton è finito sulla ghiaia dopo aver fatto un primo giro abbastanza lento. Con grande gioia dei tifosi olandesi non sportivi, Hamilton ha danneggiato gravemente il lato destro della sua vettura dopo aver perso il posteriore alla curva 8. La sessione è stata interrotta con 5 minuti e 29 secondi rimasti sull’orologio.

Fernando Alonso ha preso il via alla ripartenza non avendo ancora fatto segnare il tempo nella sessione. Quando lo spagnolo ha completato il suo giro per salire al 7° posto, anche i pezzi grossi hanno lasciato la pista. Tuttavia, proprio quando Verstappen doveva lasciare la pitlane, Russell ha perso anche la parte posteriore della sua Mercedes ed è finito in fondo alla barriera di pneumatici dell’ultima curva. Ciò ha provocato la seconda bandiera rossa del Q3. Mancavano 2 minuti e 31 secondi rimanenti. Gli ultimi due minuti sono stati ovviamente un folle colpo di miglioramento in cui Leclerc sembrava sulla buona strada per la pole con un settore finale fucsia. Verstappen, però, si è migliorato nel solo terzo settore portandosi a 0,029 secondi di vantaggio. Appuntamento a domani per la Sprint Race del GP d’Austria.

Fonte immagine copertina: Red Bull Content Pool

Autore dell'articolo: Francesco Menna

Mi chiamo Francesco, classe 96. Laureato in Ingegneria Meccanica e studente alla magistrale di Ingegneria Meccanica per l'Energia e l'Ambiente alla Federico II di Napoli. Passione sfrenata per tutto ciò che ha un motore e va veloce. Per info e collaborazioni inviare una mail a framenna96@gmail.com