Hellas Verona – Inter le dichiarazioni di Juric foto

Hellas Verona – Inter: le dichiarazioni di Juric

         
Iscriviti al Feed di Webmagazine24.it intopic.it feedelissimo.com Segnala a Zazoom - Blog Directory
 

Hellas Verona – Inter: le dichiarazioni di Juric in conferenza stampa.

E’ come sempre un Juric cauto ma grintoso quello che ha presenziato ieri in sala stampa. L’Hellas Verona deve affrontare questa sera una squadra che attualmente è quarta, a sole due lunghezze dall’Atalanta, che ormai non è più una “sorpresa” ma una candida realtà. Anche l’Hellas Verona però può considerarsi una squadra per molti versi simile ai nerazzurri di Gasperini.

Hellas Verona – Inter: le dichiarazioni prepartita di Juric

“Il passo falso di Brescia? La partita va analizzata nel suo complesso e penso che, nel primo tempo, la squadra abbia fatto tutto quello che doveva fare, giocando bene a calcio, tirando e procurandosi tantissimi calci d’angolo, purtroppo non concretizzati. Nella ripresa siamo entrati in modo diverso, meno concentrati, e abbiamo pagato. Se la gara mi ha dato ulteriori indicazioni sul futuro? Non rispetto a quelle che già avevo: ho idee molto chiare sia su quest’anno che sul futuro. Come sta la squadra? In questo periodo non si può nemmeno parlare di veri allenamenti, ma solo di lavoro di recupero tra una gara e l’altra. Tengo a sottolineare il fatto che i ragazzi stanno facendo qualcosa di stupendo, andando oltre la fatica e gli infortuni. Un atteggiamento lodevole che appartiene anche a chi sa che non sarà più qui tra poche settimane. Il livello di attaccamento alla squadra è incredibile”.

L’Inter secondo Juric

“L’Inter? All’andata è stata la squadra che più ci ha fatto soffrire, sono chiaramente molto forti. Non cerco scuse, cercheremo di fare la nostra gara con la mentalità di sempre. Voglio un Verona sempre motivato, non ammetto altri atteggiamenti: daremo sempre il massimo, questo lo posso garantire. Dovremo giocare con lo spirito-Hellas. Poi ci possono essere problemi, infortuni, squalifiche, ma sul resto non ammetto cali di tensione. Amrabat? Va sempre oltre il limite della sofferenza fisica e ha fatto diverse partite consecutive a ritmi impressionanti. Salcedo e Pessina hanno speso belle parole sulla mia persona? Ho un buon rapporto con tutti, ma prima dell’aspetto emotivo serve essere professionali coi calciatori. Salcedo è molto giovane, deve crescere e va inserito gradualmente nelle rotazioni”.

Le due squadre

A inizio campionato nessuno (o quasi) avrebbe scommesso su una salvezza a cui ormai manca solo qualche punto. Il Genoa ha infatti 27 punti, l’Hellas Verona 42: sulla carta quindi i punti per la certezza assoluta sono solo sei e in sette (anzi otto considerando il match di stasera) partite da disputare non dovrebbe essere impresa impossibile. L’arma in più potrebbe essere Di Carmine, attaccante dal grande cuore che ultimamente sta facendo vedere grandi cose. Di certo però l’Inter non starà a guardare, la squadra nerazzurra ha infatti uno dei migliori attacchi della Serie A. C’è pertanto da scommettere che stasera se ne vedranno delle belle. Nessuna delle due squadre si accontenterà di un pareggio, nonostante ora come ora ogni punto conquistato sul campo può considerarsi d’oro.

Forse ti può interessare anche:

Autore dell'articolo: Marco Vittoria