Copertina

Naya Rivera, la maledizione di Glee colpisce ancora

         
Iscriviti al Feed di Webmagazine24.it intopic.it feedelissimo.com Segnala a Zazoom - Blog Directory
 

Naya Rivera, la maledizione del telefilm Glee colpisce ancora. Sembra che la sorte si sia accanita sul cast della famosa serie tv americana. Tutto è iniziato nel 2013 quando la star dello show, Cory Monteith, morì a causa di un mix di eroina e alcol. Cinque anni dopo la maledizione toccò Mark Salling: inizialmente fu accusato dall’ex fidanzata di stupro; nel 2015 però finì in carcere per possesso di materiale pedo-pornografico. Nel 2018 si toglie la vita; secondo alcune fonti non sarebbe stato il primo tentativo di suicidio dell’attore. Ultima ma non ultima una vicenda meno drammatica: Lea Michele è stata accusata  dai componenti del cast di Glee di razzismo e di aver reso la loro vita un inferno con battute, aggressioni e altre forme di bullismo.

 

Naya Rivera la maledizione ha colpito anche lei

L’attrice, sorella del giocatore di football americano Mychal Rivera, ha sempre avuto una vita complessa, instabile. Nel 2013 si fidanza con il rapper Big Sean, ma il cantante annulla il matrimonio dopo pochi mesi. L’anno successivo si sposa con Ryan Dorsey; nel 2015 diventano genitori di un bambino, Josey Hollis Dorsey. La donna dopo due anni di matrimonio chiede il divorzio, ritrattandolo però nell’ottobre del 2017. Un mese dopo viene arrestata con l’accusa di violenza domestica nei confronti del marito. L’uomo avrebbe infatti filmato una violenta lite tra i due, sfociata in un’aggressione da parte della Rivera. Nel 2018 i due si separano definitivamente.

Dopo queste disavventure sembrava che la donna si fosse calmata, dedicandosi con amore al figlio. Era proprio con il bambino ieri, quando se ne sono perse le tracce. Secondo la ricostruzione Naya Rivera e suo figlio avrebbero preso a noleggio una barca sul lago Piru, in California, per una gita. Alla sera però non hanno fatto ritorno a riva e sono iniziate le ricerche. Le autorità hanno ritrovato il figlio da solo sulla piccola barca: in stato di choc avrebbe raccontato che la madre si era tuffata senza mai tornare a galla. Attualmente elicotteri e polizia stanno setacciando il lago alla ricerca della donna. Purtroppo si teme che sia annegata.

“No matter the year, circumstance, or strifes everyday you’re alive is a blessing. make the most of today and every day you are given. tomorrow is not promised” ha scritto pochi giorni fa l’attrice sul suo profilo Instagram. Ci auguriamo che sia solo una frase ispiratrice e non un macabro scherzo del destino.

 

Potrebbe interessare anche questo articolo.

Fonte copertina.

Per favore supportaci e metti mi piace!!

Autore dell'articolo: Martina Guarneri

Avatar