HIV, scoperto come attaccare il Virus: Grazie al sistema immunitario delle Mucche.

La continua esistenza di bestiame in tutto il mondo può essere legata all’esigenza dell’uomo di consumare carne costantemente oppure per l’utilizzo del loro latte. Oltre a questa funzione primaria, e al fatto che possono mangiare anche solo erba, quindi e un animale molto economico ed ecologico, non sembra esserci un enorme bisogno di mucche, salvo che considerarli animali da compagnia, ma i ricercatori hanno associato questo animale utilissimo alla probabile cura per il virus HIV.

Tuttavia, i ricercatori hanno appena trovato un altro scopo complesso per queste creature robuste che non hanno niente a che fare con il cibo ma con la nostra salute.

Se non hai familiarità con il virus dell’HIV o non sapete perché è così difficile da controllare, ecco la spiegazione: il virus dell’immunodeficienza umana infetta una specifica cellula bianca che è costruita per attaccare i virus, rendendo non solo difficile rilevare il virus ma quasi impossibile da attaccare. Nell’eventuale possibilità che un sistema immunitario umano sia in grado di creare anticorpi per sconfiggere il virus, premesso quello che e’ stato osservato prima, ci vorranno anni per farlo e da allora il virus si è già evoluto tanto da poter superare gli anticorpi. Di conseguenza, la migliore risposta all’HIV è bNAbs, o meglio definiti anticorpi che neutralizzano in ampio raggio, e che possono attaccare più forme di virus contemporaneamente.

“Sin dai primi giorni dell’epidemia, abbiamo riconosciuto che il Virus HIV è molto bravo a evadere l’immunità di difesa del corpo umano, pero’ si e venuti a conoscenza dell’esistenza di eccezionali sistemi immunitari che producono naturalmente anticorpi antibiotici in larga misura che sono neutralizzanti per molti virus, siano essi di esseri umani o di bestiame”. Anthony Fauci, direttore dell’Istituto Nazionale di Allergia e Malattie Infettive.

I Ricercatori: il sistema immunitario bovino contrasta i virus nello stomaco rapidamente come serve fare per il virus HIV

I ricercatori si sono rivolti alle Mucche dopo aver riconosciuto che il loro complesso sistema immunitario e digestivo potrebbe essere la chiave per combattere il virus. Dal momento che i bovini hanno un sistema digestivo ruminante che consente all’erba di risiedere per un periodo di tempo e fermentare, gli scienziati hanno scoperto che i loro sistemi sono ricchi di batteri ostili che il sistema immunitario si occupa di affrontare  quotidianamente. Per questo hanno deciso di testare gli animali per vedere se hanno già prodotto o potrebbero produrre gli anticorpi necessari per sconfiggere l’HIV e la sua rapidità nell’evolversi.

Per l’esperimento e stato iniettato a 117 vitelli l’antigene del virus e li hanno testati regolarmente per vedere come i loro corpi hanno risposto. Poiché l’HIV non è naturale per il bestiame, in quanto è nato come un virus per i primati mutati e per attaccare le cellule umane, i loro corpi dovrebbero produrre una nuova risposta all’infezione. I risultati sono stati eccezionali, come i ricercatori hanno detto, come il bestiame ha iniziato a produrre bNAbs per combattere il virus in poche settimane.

“La risposta ha sbattuto le nostre menti”, ha detto il dottor Devin Sok, uno dei ricercatori, alla BBC News. “Era folle quanto sia bello. Nell’uomo, ci vogliono da tre a cinque anni per sviluppare gli anticorpi di cui stiamo parlando. Questo è veramente importante perché non siamo stati in grado di farlo finora. Chi avrebbe pensato che la biologia delle mucche stava dando un contributo significativo all’HIV?

Via

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: