Il cervello dei cani, frutto di sapiente lavoro umano

 

Il cervello dei cani, frutto di sapiente lavoro umano. Damata, Boxer, Pastore tedesco, Alano, le razze canine selezionate dall’uomo sono in natura davvero tante. Il genere umano non ha solo “scelto” l’aspetto fisico per ogni tipologia canina. Ogni canide è stato sapientemente modellato in base alle caratteristiche richieste. Più selezionatori ne hanno anche plasmato il cervello e il comportamento. Un lavoro durato secoli, tendente a ricreare il migliore fedele compagno a 4 zampe. Lo ha dimostrato uno studio pubblicato sul Journal of Neuro-science del gruppo coordinato da Erin Hecht appartenente all’università di Harvard.  Gli scienziati hanno sottoposto 33 tipi di razze canine diverse a risonanza magnetica. In modo da poter valutare la loro struttura cerebrale. Gli uomini di scienza così hanno sottolineato significative differenze tra i diversi esemplari.

Il cervello dei cani, frutto di sapiente lavoro umano. I risultati

Le differenze non sono collegate solo alla corporatura di ogni cane, oppure alla forma del cranio. Le discrepanze delle aree cerebrali portano a 6 mappature differenti. Ciò vorrebbe dire che in natura ci sono 6 diverse tipologie di cervello canino. Le diverse topografie dell’encefalo dei cani comportano diverse funzioni. Come ad esempio il legame sociale associato al movimento e ad una caratteristica del comportamento. Grazie ad una ulteriore osservazione è stato possibile notare diversi comportamenti associati alle  varie razze. Un risultato determinante secondo gli scienziati. Una scoperta, che ha permesso di studiare la struttura evolutiva del quadrupede. Ma non solo, anche il perché di tanti comportamenti.

Il cane nella storia

Il cane è un mammifero carnivoro.  Appartiene alla famiglia dei canidi. Da sempre è considerato  una sottospecie di lupo. Frutto di addomesticamento da parte dell’uomo. Il primo contatto con il genere umano è avvenuto circa 36.000 anni fa. In natura ci sono più di 50 differenti razze diverse. Il peso varia dai 500 g del Pincer nano ai 140 kg del San Bernardo. Da sempre i cani sono amici fedeli. Molte razze vengono impiegate in lavori di salvataggio. Oppure come cani da pastore o da difesa. Ma semplicemente il cane è sempre un animale  sincero e devoto.

Fonte foto pixabay

 

 

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere informato iscriviti al nostro Canale Telegram o
seguici su Google News
.
Inoltre per supportarci puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, se vuoi
segnalare un refuso Contattaci qui .


Autore dell'articolo: Redazione Webmagazine24