il supercomputer in Italia

Il supercomputer in Italia: la scelta dell’Ue

intopic.it feedelissimo.com  
 

Il supercomputer in Italia: la scelta della Commissione europea. Il nostro paese ospiterà pre-exascale e le sue elevatissime capacità di calcolo

Il supercomputer in Italia: la scelta europea tra gli 8 siti per centri di supercalcolo cade anche sull’Italia.

La città italiana ospitante sarà dunque Bologna insieme a:

  • Sofia (Bulgaria),
  • Ostrava (Cechia),
  • Kajaani (Finlandia),
  • Bissen (Lussemburgo),
  • Minho (Portogallo),
  • Maribor (Slovenia),
  • Barcellona (Spagna).

Tali centri quindi sosterranno lo sviluppo di applicazioni importanti in ambiti quali la medicina personalizzata, la progettazione di farmaci e materiali, la bioingegneria, le previsioni meteorologiche e i cambiamenti climatici.

Un progetto per il quale l’Unione europea mette a disposizione 840 milioni di euro.

Anche l’Italia dunque in questo progetto all’interno del mercato digitale, che rende orgoglioso il ministro dell’Istruzione Marco Bussetti:

Per l’Italia questa notizia è motivo di orgoglio. È il frutto di un importante lavoro di squadra.

Si tratta di un’iniziativa in cui ho fortemente creduto sin dal primo momento in cui mi sono insediato al Ministero.

Da un lato, ci viene riconosciuta un’indiscussa leadership nel campo dell’high perfomance computing e delle tecnologie abilitanti in Europa.

Dall’altro, questa infrastruttura avrà ricadute molto positive nell’ambito dello sviluppo delle attività di ricerca di base e applicate delle Università.

Ma anche a livello delle imprese private, creando un ecosistema digitale adeguato ad accogliere nuovi investimenti pubblici e privati nei settori più avanzati.

Supercomputer: le dichiarazioni dell’Europa

Günther Oettinger, Commissario per il Bilancio e le risorse umane:

Questa iniziativa dimostra come gli investimenti congiunti tra l’UE e i suoi Stati membri a sostegno di un obiettivo comune possano contribuire a rendere l’Europa un leader in un settore ad alta tecnologia, apportando notevoli benefici a tutti i cittadini e a tutte le imprese europee. 

Andrus Ansip, vice presidente responsabile per il Mercato unico digitale:

Grazie a questi siti i nostri ricercatori avranno accesso a supercomputer di prim’ordine; una risorsa strategica per il futuro dell’industria europea, al fine di elaborare i loro dati all’interno dell’Ue.

 

Articoli simili: Esame di maturità 2019

 
Grazie al nostro canale Telegram potete rimanere aggiornati sulla pubblicazione di nuovi articoli di WebMagazine24
     
 
 

Articoli consigliati:


Autore dell'articolo: Francesca DI Giuseppe

Avatar
Francesca Di Giuseppe, nata a Pescara il 27 ottobre 1979, giornalista e titolare del blog Postcalcium.it. Il mio diario online dove racconto e parlo a mio della mia passione primaria: il calcio Laureata in Scienze Politiche presso l’Università degli Studi di Teramo con una tesi dedicata al calcio femminile. Parlare di calcio è il mezzo che ho per assecondare un’altra passione: la scrittura che mi porta ad avere collaborazioni con diverse testate giornalistiche regionali e nazionali.