In Cina vietato mangiare cani e gatti

In Cina vietato mangiare cani e gatti

         
Iscriviti al Feed di Webmagazine24.it intopic.it feedelissimo.com Segnala a Zazoom - Blog Directory
 

Svolta in Cina, vietato mangiare cani e gatti. Si tratta di una volta storica annunciata dal ministero dell’Agricoltura e degli Affari rurali. La stessa ha divulgato una nuova lista delle specie umane terrestri destinate al consumo umano, nel quale non sono più presenti cani e gatti. Cani e gatti quindi non possono più essere venduti nei mercati e nemmeno essere macellati e cucinati. La lista specifica anche che il termine bestiame si riferisce agli animali  addomesticati e fatti riprodurre per lungo tempo per ottenere prodotti come carne, uova e pelliccia oppure per fini medicinali e militari. Nel testo si legge inoltre: “Per quanto riguarda i cani, insieme al progresso della civiltà umana, alla preoccupazione pubblica e all’amore per la protezione degli animali, sono specializzati per diventare animali da compagnia e a livello internazionale non saranno considerati bestiame e non saranno regolati come tali in Cina”.

Svolta in Cina, vietato mangiare cani e gatti, il commento di Michela Vittoria Brambilla

L’onorevole Michela Vittoria Brambilla ha commentato questa volta storia in cina, dove cani e gatti non saranno più mangiati. Al riguardo, come riportato dal corriere.it, ha commentato: “È una svolta di portata storica . Se le autorità cinesi applicheranno coerentemente il principio introdotto dal ministero dell’Agricoltura, sarà la fine per il vergognoso Festival di Yulin. E per quel che di questa barbara industria sopravvive in un Paese dove la stragrande maggioranza dei cittadini sostiene invece la tutela di questi animali”. 

Martina Pluda, direttrice della branchia italiana di Humane Society International, ha sottolineato: “La carne di cane viene consumata solo raramente dal 20% dei cinesi.  Tuttavia, gli animali coinvolti e brutalmente uccisi sono ancora moltissimi. Le nostre stime dicono che ogni anno in Cina, vengono macellati tra i 10 e 20 milioni di cani per la loro carne. Vedere ora azzerati questi numeri è un grande successo”.

 

 

Autore dell'articolo: Annamaria Sabiu