Cagliari-Roma

Inter-Cagliari, le parole di Conte e Semplici

         
Iscriviti al Feed di Webmagazine24.it intopic.it feedelissimo.com Segnala a Zazoom - Blog Directory
 

Inter-Cagliari è stata presentata alla vigilia del match, dai due rispettivi allenatori in conferenza stampa.

Conte si è così espresso sulla stagione della sua squadra: “Non abbiamo fatto niente, al massimo abbiamo ridonato credibilità all’Inter, qualcuno si è dimenticato che negli ultimi anni la finale di Europa League dell’anno scorso è stato il punto massimo del calcio italiano. Parlerò a cose fatte, ci auguriamo che verrà lo scudetto, ma conosciamo le insidie che ci aspettano, ho grande esperienza per non pensare ad altro che al presente. Ora stiamo zitti e pedaliamo, senza fare proclami, non sono abituato a farli”.

Non è mancata una considerazione sull’ex Radja Nainggolan: ”

Ho sempre detto che lo ringrazio ma non ho rimpianti. Abbiamo fatto altre scelte, l’anno scorso ci fece gol e lo terremo d’occhio ancor di più questa volta”.

Inter-Cagliari, le parole di Semplici

Il Cagliari arriva alla sfida con l’Inter con una classifica alquanto difficile. Si trova infatti in zona retrocessione e una vittoria sarebbe vitale per il gruppo per continuare a sperare in una salvezza.

Semplici ha spiegato: “Bisogna fare una partita di grande sacrificio, sicuramente soffriremo ma abbiamo intenzione di controbattere, di essere aggressivi, mettere in pratica quelle che sono le qualità dei nostri ragazzi. Ci siamo preparati per una partita del genere. Dobbiamo difendere e attaccare, avere equilibrio”

Su Radja invece ha sottolineato: “Quando un allenatore fa una scelta, la fa di comune accordo con il giocatore. Non vedo problematiche. Radja è un ottimo giocatore, ha dimostrato di saper fare più ruoli e ora sta davanti la difesa. Qual è il nostro carattere? Il Cagliari non ha giocato come qualcuno voleva ma le occasioni create e la voglia di pareggiare mostrano come la squadra sia propositiva, di carattere. La squadra cerca di fare il suo meglio, proviamo a lavorare ancora di più”.

Autore dell'articolo: Annamaria Sabiu

Avatar