botti di mercato

Inter Napoli, la partita delle polemiche continua

 

Inter Napoli, la partita delle polemiche continua. In campo e fuori la gara di ieri sera fa ancora discutere

Gli ulutati razzisti della curva nerazzurra a Koulibaly, il tifoso interista Daniele Belardinelli deceduto dopo essere stato travolto da un Suv, fanno di Inter Napoli il fatto di cronaca del giorno.

Due fatti gravissimi che hanno spinto il presidente della Figc Gravina a dichiarare a Sky:

La prossima giornata si giocherà, decisione presa in accordo con tutte le cariche della Federazione. Non ci fermiamo contro chi vuole contaminare il nostro mondo.

La linea da mantenere è quella del pugno duro, risponderemo con le sanzioni ma serve aiuto anche dai club.

Bocciata dunque l’ipotesi iniziale di non far giocare il turno di campionato previsto per sabato 29 dicembre.

A conclusione di giornata inoltre è arrivato anche il comunicato stampa dell’Inter in merito alla vicenda dei cori razzisti durante Inter Napoli.

Questo il comunicato ufficiale della società:

In relazione ai fatti accaduti durante la partita Inter-Napoli di ieri e alla conseguente decisione assunta dal giudice sportivo della Lega Nazionale di Serie A, il Club ribadisce che dal 9 marzo del 1908 Inter significa integrazione, accoglienza e futuro.

La storia di Milano è fatta di questo, di inclusione e di rispetto.

Assieme alla nostra città noi lottiamo da sempre per un futuro senza discriminazioni. Ci impegniamo nel territorio facendoci portavoce di questi valori che sono da sempre un vanto per il nostro Club.

L’Inter è presente in 29 paesi del mondo, dalla Cambogia alla Colombia, dove oltre diecimila bambini sono coinvolti nel progetto Inter Campus.

Da quando una notte di 110 anni fa i nostri fondatori hanno messo la firma su quello che sarebbe stato il nostro percorso, noi abbiamo detto no ad ogni forma di discriminazione.

Per questo ci sentiamo in dovere oggi, una volta di più, di affermare che chi non dovesse comprendere e accettare la nostra storia, questa storia, non è uno di noi.

Nel frattempo il giudice sportivo ha stabilito l’entità delle sanzioni per i cori razzisti durante Inter Napoli

Il giudice sportivo di Serie A Gerardo Mastandrea ha deciso che nerazzurri dovranno disputare due gare a porte chiuse e una partita con il settore “secondo anello verde” senza spettatori.

L’Inter dunque giocherà senza tifosi le due gare casalinghe contro Sassuolo e Bologna.

Due giornate di squalifica anche a Koulibaly espulso durante la gara.

 

 

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere informato iscriviti al nostro Canale Telegram o
seguici su Google News
.
Inoltre per supportarci puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, se vuoi
segnalare un refuso Contattaci qui .


Autore dell'articolo: Francesca DI Giuseppe

Francesca Di Giuseppe, nata a Pescara il 27 ottobre 1979, giornalista e titolare del blog Postcalcium.it. Il mio diario online dove racconto e parlo a mio della mia passione primaria: il calcio Laureata in Scienze Politiche presso l’Università degli Studi di Teramo con una tesi dedicata al calcio femminile. Parlare di calcio è il mezzo che ho per assecondare un’altra passione: la scrittura che mi porta ad avere collaborazioni con diverse testate giornalistiche regionali e nazionali.