Juventus

Juventus, è già tempo di Champions: conto alla rovescia per la sfida con il Manchester United

         
Iscriviti al Feed di Webmagazine24.it intopic.it feedelissimo.com Segnala a Zazoom - Blog Directory
 

TORINO – Dopo il primo pareggio conseguito in questo campionato, che ha determinato una parziale battuta d’arresto, la Juventus si prepara alla grande sfida di Champions League contro il Manchester United, in programma martedì 23 ottobre all’Old TraffordIl risultato di sabato sera con il Genoa, secondo le parole dell’allenatore bianconero Massimiliano Allegri, sarà utile alla squadra in vista delle prove che la attendono.

La Vecchia Signora, dunque, si lascia (temporaneamente) alle spalle il campionato e torna subito al lavoro: il gruppo si è ritrovato già ieri mattina, impegnandosi su una seduta di scarico per i protagonisti della gara di sabato, in campo per una sessione atletica e tecnica per il resto del gruppo.

[adrotate banner=”24″]

Juventus al lavoro al JTC, oggi si parte per Manchester: Szczesny vuole vincere

Oggi pomeriggio è prevista la partenza per l’Inghilterra: prima, al JTC, la squadra ha sostenuto la rifinitura (ore 11.45, prima parte dell’allenamento aperta ai media e in diretta su Juventus Tv). Poi, una volta arrivati a Manchester, alle 19.15 italiane (18.15 locali) è fissata la conferenza stampa dei bianconeri. Anche in questo caso, ci sarà una diretta su Juventus Tv.

Il portiere bianconero Wojciech Szczesny, intervistato da Sky Sport, si è così espresso sull’imminente sfida con i Red Devils:

“Con il Manchester United sarà difficile, una partita fisica, una battaglia. Ora bisogna mettere la testa al Manchester. Ho esordito all’Old Trafford, con la maglia dell’Arsenal, perdendo, ma l’ultima volta in cui ci ho giocato ho vinto: voglio continuare”.

Intanto è stato comunicato che il centrocampista Emre Can dovrà fermarsi per un problema alla tiroide:

“Dovrà essere sottoposto – informa una nota del club – ad approfondimenti clinici e strumentali per un nodulo tiroideo che potrebbe anche necessitare di un trattamento chirurgico”.

Autore dell'articolo: Massimo Giuliano