La questione stadio

La questione stadio è diventata una barzelletta?

         
Iscriviti al Feed di Webmagazine24.it intopic.it feedelissimo.com Segnala a Zazoom - Blog Directory
 

A Cagliari la questione stadio sta diventando un vero rebus. Pare di essere all’interno di un labirinto senza via d’uscita. Inizialmente quando si parlò della costruzione del nuovo stadio, pareva che tutto potesse procedere in maniera abbastanza chiara e spedita. Era stata individuata la zona dove far sorgere la nuova struttura, con la realizzazione di parcheggi, aree commerciali e riqualificazione del quartiere che avrebbe ospitato lo stadio. Tutto pronto, anche l’abbattimento del vecchio stadio Sant’Elia, sulle cui ceneri sarebbe dovuto nascere il nuovo impianto cagliaritano. Ad alcuni anni di distanza invece la situazione è davvero stranamente irreale. Il Sant’Elia è ancora in piedi, mentre als fianco è sorta la Sardegna Arena, il cosiddetto impianto provvisorio (che così provvisorio non pare).

La questione stadio resta aperta

Vedere i due stadi uno affianco all’altro, non è un bello spettacolo. Purtroppo però co fa comprendere alcune cose, di natura tutta italiana, o ancor meglio sarda. Si, pare davvero brutto dirlo e riconoscerlo, ma ogniqualvolta sull’isola si vuole costruire una qualsiasi struttura, nasce un vero e proprio vespaio di problemi e ostacoli. Si era partiti con un’idea di stadio, per poi passare attraverso una variante, ad una struttura comunque differente. Le lungaggini burocratiche, hanno poi giocato un ruolo decisivo, e la situazione attuale, è lo stallo più totale.

Dove stanno le responsabilità e come finirà la partita?

Dire e soprattutto dare giudizi affrettati, pare operazione ardua ed errata. Dire che probabilmente stiamo assistendo ad un concorso di “colpe”, forse è la via più corretta. È infatti di difficile comprensione, la scelta di apportare una variante, su uno stadio non ancora realizzato, e soprattutto progettato da professionisti. La burocrazia poi sta giocando un ruolo importante. Forse sarebbe stato meglio, continuare la costruzione dell’attuale Sardegna Arena. Come? Eliminando quegli orribili tubi innocenti, sostituendoli con tribune in stile main stand. Uno stadio coperto e strutturato, come tanti altri stadi inglesi o anche del nostro paese. Sono riusciti a costruire uno stadio ad Udine e Torino, senza ostacoli insormontabili. In Friuli addirittura giocandoci durante la realizzazione. Possibile che a Cagliari non di possa seguire questo procedimento? C’è la reale volontà di farlo? Queste sono tutte domande, alle quali i tifosi rossoblù vorrebbero una risposta. Ne hanno il diritto, visto che seguono la squadra e spendono quattrini per farlo.

 

Foto

www.goal.com

Autore dell'articolo: Redazione Webmagazine24