la Serie A va fermata

La Serie A va fermata? Pareri e opinioni

La Serie A va fermata? Pareri e opinioni. Il Codiv-19 è emergenza nazionale, l’ultimo Decreto governativo detta regole più severe accompagnate da sanzioni

Lombardia chiusa e zona rossa per altre province d’Italia, c’è chi si è posto una domanda: la Serie A va fermata?

Ieri mattina infatti il presidente dell’AssoCalciatori Damiano Tommasi, ha scritto alle massime autorità sportive e non per chiedere la sospensione del campionato:

Fermare il calcio è l’atto più utile al Paese in questo momento. Le squadre da tifare stanno giocando nei nostri ospedali, nei luoghi d’emergenza.

In realtà il recupero delle gare della 26^ giornata si è svolto e l’AIC in una nota ha dichiarato:

Le squadre oggi stanno purtroppo scendendo in campo per dovere nei confronti di chi non ha il coraggio di decidere che il calcio non può avere deroghe contro il coronavirus.

Martedì ci sarà il consiglio federale, ci aspettiamo una cosa sola, la sospensione dei campionati fino a quando non ci saranno le condizioni per giocare.

La Serie A va fermata? In attesa di una risposta alla domanda, ecco i risultati delle partite giocate:

  • Parma-Spal 0-1;
  • Sampdoria-Verona 2-1;
  • Milan-Genoa 1-2;
  • Udinese Fiorentina 0-0;
  • Juventus-Inter 2-0.
  • Sassuolo-Brescia (oggi alle 18,30).

In merito all’ipotesi di sospendere il massimo campionato di calcio, si sono registrati diversi pareri anche tra i calciatori

Il primo è stato dunque Petagna della Spal:

Oggi abbiamo giocato, siamo scesi in campo e ce l’abbiamo messa tutta. Ho anche segnato, ma nessuno ha vinto. In questo momento di difficoltà il calcio deve essere messo da parte.

Anche Fabio Quagliarella a Sky va più o meno della stessa direzione:

Quello che stiamo provando a fare è capire cosa si può fare, non so se è giusto giocare o no.

Il pensiero va alle famiglie che stanno soffrendo, medici e infermieri che lavorano tutto il giorno, di conseguenza ci adegueremo.

Vogliamo rispettare ciò che ci viene detto. In questi giorni ci sentiremo noi calciatori e vedremo.

Così come è preoccupato il presidente del Torino Urbano Cairo che all’Ansa afferma:

Della situazione del calcio non le parlo, è importante per me ma lo è molto di più l’Italia.

Ho sentito la conferenza di Brusaferro che onestamente dice di non sapere quando arriverà il picco.

 

Autore dell'articolo: Francesca DI Giuseppe

Francesca Di Giuseppe, nata a Pescara il 27 ottobre 1979, giornalista e titolare del blog Postcalcium.it. Il mio diario online dove racconto e parlo a mio della mia passione primaria: il calcio Laureata in Scienze Politiche presso l’Università degli Studi di Teramo con una tesi dedicata al calcio femminile. Parlare di calcio è il mezzo che ho per assecondare un’altra passione: la scrittura che mi porta ad avere collaborazioni con diverse testate giornalistiche regionali e nazionali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

16 − dodici =