Le prime uova di dinosauro erano morbide

Le prime uova di dinosauro erano morbide

DunquePer molti anni c’erano poche prove fossili di uova di dinosauro. Di solito, tutti gli esempi conosciuti erano caratterizzati da gusci densi e calcificati. Dunque, questo portava i paleontologi a ipotizzare che tutte le uova di dinosauro avessero il guscio duro. Un po’ come le uova dei moderni coccodrilli e uccelli. In un nuovo studio su Nature, tuttavia, i ricercatori hanno usato un nuovo approccio geochimico per dimostrare che le prime uova di dinosauro avevano un guscio morbido e in pelle.

I ricercatori hanno analizzato nuovi fossili di uova portatori di embrioni attribuiti ai dinosauri Protoceratops e Mussaurus. Le uova di Protoceratops sono le prime mai scoperte per un dinosauro con le corna, mentre le uova di Mussaurus rappresentano alcune delle prime per un dinosauro dal collo lungo.

Le prime uova di dinosauro: lo studio

I ricercatori hanno concentrato l’attenzione sulle composizioni minerali e chimiche dei fossili, incluso un alone di colore scuro che circonda gli embrioni fossilizzati. “Abbiamo cercato eventuali residui di una membrana proteica a guscio d’uovo“, afferma la corrispondente co-corrispondente Jasmina Wiemann, una studentessa laureata nel dipartimento di geologia e geofisica della Yale University.

Abbiamo essenzialmente” impresso “un gran numero di campioni moderni e fossili per costruire un set di dati del quadro molecolare complessivo del guscio d’uovo nel tempo“. Le primissime uova di dinosauro avevano un residuo chimico non mineralizzato. Dunque, questo significa che le uova erano più simili a quelle di una tartaruga coriacea dei giorni nostri. Le uova proteggono i loro embrioni con un morbido rivestimento esterno.

Wiemann afferma che questa nuova informazione dipinge un quadro più chiaro della nidificazione e genitorialità precoci dei dinosauri. I tre rami principali dei dinosauri considerati sono Ornithischia, Sauropodomorpha e Theropoda. I ricercatori affermano che la nuova scoperta mostra che i tre rami principali hanno preso vita ciascuno con gusci d’uovo morbidi. Gusci d’uovo duri e calcificati si sono evoluti indipendentemente per ogni ramo.

Via

Fonte immagine copertina: YaleNews

Autore dell'articolo: Francesco Menna

Avatar
Mi chiamo Francesco, classe 96. Laureato in Ingegneria Meccanica e studente alla magistrale di Ingegneria Meccanica per l'Energia e l'Ambiente alla Federico II di Napoli. Passione sfrenata per tutto ciò che ha un motore e va veloce. Per info e collaborazioni inviare una mail a framenna96@gmail.com