Malinconia a fine estate? Dipende dall’August Blues

Tensioni, ansia, malinconia e tanta stanchezza, a fine agosto? Secondo gli scienziati chi accusa questi sintomi è affetto dall’August Blues, a causa di una spiccata sensibilità alla fine delle vacanze. Lo psichiatria Stephen Ferrando (Direttore al Westchester Medical Center) definisce in questo modo il particolare stato d’animo di molte persone, una sensazione di malessere paragonabile a quella provata la domenica sera, prima di affrontare un lunedì nevrotico. La differenza, però, è che potrebbe durare per molti giorni.

August Blues: una malinconia che ricorda molto quella della domenica sera

L’August Blues colpisce uomini e donne di ogni età: sia chi ama appassionatamente l’estate, sia chi non vede l’ora che finisca. E tutti si sentono, secondo il Dott Ferrando, ansiosi, tesi e insoddisfatti per non essere riusciti a fare abbastanza durante la stagione estiva. Percezioni che ricordano molto quelle che si provano la domenica sera e che (per fortuna solo in alcuni casi) possono anche sfociare in una vera e propria forma di depressione. Un disturbo dell’umore, un disordine affettivo che colpisce al cambio di stagione noto con il nome di “SAD” (Seasonal affective disorder). Questa tesi viene sostenuta anche dalla professoressa di psicologia Rachel Annunziato, della Fordham University: “Per tutti il mese di agosto è pieno di aspettative per il nuovo anno, di grande eccitazione – spiega – ma anche di tensione, timore di non riuscire a fare ciò che ci si prefigge nel miglior modo”.

Consigli per non lasciarsi contagiare dall’August Blues

Come alleviare, dunque, queste spiacevoli sensazioni? Quel che conta, è concentrare l’attenzione sui lati positivi dell’estate:

  • 1) Se siete ancora al mare, approfittatene per fare un rilassante bagno al tramonto. Tuffatevi, restate in acqua a lungo, lasciatevi cullare dalle onde e dimenticate i disagi di una stagione particolarmente rovente. L’acqua di mare, inoltre, è un vero toccasana per il corpo: ricca di sali minerali, disinfettante, benefica soprattutto per il sistema respiratorio. Dunque, approfittatene se potete.
  • 2) Il sole: negli orari giusti e con le dovute precauzioni, prendere il sole ci rende più disponibili verso gli altri, aggiunge felicità e rilassatezza alle nostre giornate; insomma, fa tanto bene anche all’umore.
  • 3) Coltivate le vostre amicizie, approfondite quelle nuove fatte magari sotto l’ombrellone, organizzate serate in compagnia e gite all’aria aperta, condividete progetti. Anche questo, fa bene all’umore.
  • 4) Fate attività fisiche all’aria aperta: un leggero allenamento quotidiano consente al nostro organismo di rilasciare serotonina, inoltre scaccia via ansie e tristezza, appagandoci completamente.
  • 5) Non rimuginate sulle ansie lavorative, sulle scadenze da rispettare, le bollette da pagare, sugli impegni che vi attendono al rientro a casa. Rimandate a settembre, tanto a cosa serve pensare, ora, a tutto quello che dovrete fare una volta finite le ferie? Rilassatevi, spegnete il pc, non controllate ogni due minuti la posta elettronica; e prendetevi anche una pausa dai social, dove le notizie drammatiche si susseguono di giorno in giorno e contribuiscono a peggiorare le cose. In poche parole, rimettetevi in pace con voi stessi: se vi concedete di “respirare” un attimo, il mondo non si fermerà di certo.

Via