Melanoma aggressivo: individuato gene

Melanoma aggressivo: individuato gene

         
Iscriviti al Feed di Webmagazine24.it intopic.it feedelissimo.com Segnala a Zazoom - Blog Directory
 

Un team di ricercatori ha individuato il gene che “avvisa” il mutamento del melanoma aggressivo.

La mutazione di un gene – riferiscono i ricercatori del Mount Sinai chiamato ARID2 gioca un importante ruolo nell’aumentare la possibilità che il melanoma, un cancro mortale della pelle, diventi pericolosamente metastatico.

I risultati suggeriscono che i pazienti i cui melanomi hanno una mutazione ARID2 possono avere un cancro più dannoso; inoltre, hanno bisogno di essere trattati in modo diverso, secondo un’indagine pubblicata su Cell Reports in aprile.

“Il nostro studio è il primo a caratterizzare le funzioni tumorali soppressive di ARID2 nel melanoma”; ha dichiarato la principale autrice dello studio, Emily Bernstein, Ph.D., professoressa di scienze oncologiche presso il Tisch Cancer Institute al Mount Sinai. “Abbiamo modellato le mutazioni di ARID2 rimuovendo completamente la proteina ARID2 dalle cellule di melanoma; e poi abbiamo studiato le conseguenze nella piastrina di Petri e nei modelli animali. Ricreare le mutazioni reali che i pazienti ospitano è impegnativo, ma ora possibile con l’editing del genoma, e fornirebbe un modello più accurato; tali studi sono in corso in laboratorio”.

Melanoma aggressivo: come si sviluppa e perché è importante prevenire

Il melanoma è la forma più mortale di cancro della pelle e si sviluppa nelle cellule che producono la melanina; cioè il pigmento che dà il colore alla pelle delle persone. Questo tumore, se preso in tempo, può essere trattato con successo; tuttavia, può anche essere abbastanza aggressivo e diffondersi da tumori piccoli – come un paio di millimetri – a organi vitali come il cervello. Capire il melanoma metastatico è essenziale per salvare vite da questa malattia, che colpisce 200.000 persone all’anno in tutto il mondo.

ARID2 fa parte di un complesso di rimodellamento della cromatina ed è frequentemente mutato nel melanoma. In questo studio, gli scienziati hanno usato modelli di melanoma per misurare il ruolo del gene ARID2 nella progressione del cancro. Hanno valutato gli effetti della perdita di ARID2 sul paesaggio epigenetico, una piattaforma dinamica di DNA e proteine che hanno scoperto che senza ARID2, le cellule di melanoma mostrano un maggiore comportamento metastatico.

Leggi anche: Cancro al pancreas: nuovo screening lo identifica al 95%


IMMAGINE IN EVIDENZA: Donna foto creata da freepik – it.freepik.com

Autore dell'articolo: Redazione Webmagazine24