Meloni

Meloni attacca Draghi: “Prima il governo va a casa e meglio è”

         
Iscriviti al Feed di Webmagazine24.it intopic.it feedelissimo.com Segnala a Zazoom - Blog Directory
 

Giorgia Meloni attacca Draghi e il governo. La leader di Fratelli D’Italia a muso duro contro il premier. Nel giorno in cui sembra virtualmente cucito lo strappo tra il presidente del consiglio e Giuseppe Conte arrivano le dure parole di Meloni. L’attacco non coinvolge solo l’attuale governo ma anche i singoli partiti che, a suo dire, sono in un clima di campagna elettorale e stanno sempre più mutando posizione.

L’attacco contro Draghi

Meloni rivendica il ruolo di opposizione al governo Draghi. E nelle recenti parole pronunciate alla stampa sottolinea come ha ragione nel non aver dato la fiducia a Draghi nel 2021, dopo la caduta del governo Conte Bis. A suo avviso infatti l’ex Presidente della Banca Centrale Europea non avrebbe potuto fare la differenza.

La leader di Fratelli d’Italia commenta anche in modo ironico la vicenda relativa al vertice Nato, con le preoccupazioni di Draghi per lo strappo con Conte e con il Movimento Cinque Stelle.

L’annuncio di Giorgia Meloni

“Si può prendere un Presidente del Consiglio capacissimo ma serve la volontà parlamentare per fare le cose. Non volevo e avevo ragione che il Governo Draghi potesse fare la differenza”, ha detto Giorgia Meloni in una recente dichiarazione ai giornalisti. “Credo lo abbia capito oggi Mario Draghi che passa le giornate a metter d’accordo la maggioranza”. Poi la stoccata:” Prima il governo va a casa e meglio è“. E sottolinea la figuraccia fatta dal premier in occasione del vertice della Nato, immaginando cosa sarebbe successo se fosse accaduto ad un governo di centrodestra.

Meloni poi sottolinea il momento di difficoltà dei partiti, come documentato dai sondaggi: “Su ogni provvedimento ci saranno mille distinguo dei partiti”, spiega l’ex ministro del Turismo. “È perché siamo in campagna elettorale e i partiti che hanno difficoltà di posizionamento e di identità cercano di segnalare la loro posizione. E sarà sempre peggio”.

Autore dell'articolo: Alessio Bardelli