Morto Mordillo grande fumettista foto

Morto Mordillo grande fumettista

         
Iscriviti al Feed di Webmagazine24.it intopic.it feedelissimo.com Segnala a Zazoom - Blog Directory
 

Morto Mordillo grande fumettista.

Ciao Mordillo, anche tu, grande fumettista ci hai lasciato.

La tua penna, o se vogliamo, il tuo pennello è riuscito a dare un’anima anche agli animali trasformandoli come messaggio di valori umani e sciali con  le tue storie umili e  discrete, forse derivanti dal tuo “vissuto”.

Ovunque tu sia, oggi, sappi che è impossibile dimenticare i tuoi personaggi: da Popeye alle giraffe dal collo lungo ed ai tanti piccoli animali che popolavano i tuoi fumetti.

Morto Mordillo grande fumettista – la carriera

Guillermo Mordillo Menéndez,  o, se vogliamo,  Mordillo  nacque  nel quartiere  Villa Pueyrredon  di Buenos Aires il  4 agosto 1932 da genitori emigranti di origine spagnola.

Fin dall’età di 12 anni manifestava tutta la sua naturale predisposizione verso l’arte del fumetto.

A 18 anni andò in Perù dove si dedicò all’illustrazione per ragazzi (la sua prima esperienza di lavoro vera e propria).

Attratto dalla “Grande Mela” si recò a New York, dove, onore al merito, riuscì a farsi notare e ad affermarsi, sia nel settore della pubblicità che nel cinema.

Collaborò con la  Paramount Studios  nella produzione di cartoni animati: il personaggio principale è stato il cosiddetto “Braccio di ferro” o, se vogliamo “Popeye”.

La sua fama internazionale, però, lo raggiunse con il suo trasferimento a Parigi dove iniziò una fattiva collaborazione con Paris Match.

Ampliò successivamente il suo lavoro con la tedesca Stern e le diverse produzioni televisive.

I premi in carriera

Tanti successi e soddisfazioni personali ed anche riconoscimenti, ne citiamo solo alcuni:

  • il Phoenix Prize of Humor nel 1973;
  • il Yellow Kid Award nel 1974;
  • il Nakanoki Prize nel 1977;
  • il Cartoonist of the Year del Salone Internazionale dell’Humor di Montréal nel 1977;
  • la palma d’oro di San Remo.

In Italia era molto noto.

A Positano lo ricordano ancora poiché nel 2005 ha presentato la Quipos, una nuova serie animata  umoristica, caratterizzata dal  suo stile umoristico fatto di grande attenzione e di umorismo semplice.

Questa serie fu pubblicizzata da Positanonews e dal suo mentore giornalistico Michele Cinque.

Mordillo è morto nella notte tra venerdì e sabato accanto ai suoi famigliari.

Un improvviso malore lo ha stroncato, nei pressi  della sua casa di  Palmanova, dove amava riposare e  trascorrere le vacanze, lontano dal suo lavoro e dal numeroso pubblico che lo amava.

Oggi il tuo Universo Animale non ci sarà più con nuove storie ma, come diceva il sommo poeta Orazio nella sua opera Le Lodi “Non  omnis moriar”  che tradotto vuol dire “Non morirò tutto”.

Resteranno le tue belle opere, i tuoi disegni, le tue storie che oggi consegni alle generazioni future come testamento di pace, di concordia e di vivere civile.

Forse ti può interessare anche:

La foto nell’articolo è tratta dalla pagina Facebook ufficiale del fumettista

 

Autore dell'articolo: Marco Vittoria