mostra alla Sinagoga

Mostra alla Sinagoga di Osta Antica: Arte in Memoria

         
Iscriviti al Feed di Webmagazine24.it intopic.it feedelissimo.com Segnala a Zazoom - Blog Directory
 

Mostra alla Sinagoga di Ostia Antica: Arte in Memoria. Inaugura oggi la Biennale internazionale di arte contemporanea che resterà aperta fino al prossimo 14 aprile

La rassegna di arte contemporanea, alla sua X edizione, questa volta avrà una location unica: la mostra alla Sinagoga di Ostia Antica a cura di Adachiara Zevi e organizzata dall’associazione culturale arteinmemoria.

Arte in memoria partecipa al Giorno della Memoria, istituito dai Parlamenti europei nella data di apertura dei cancelli di Auschwitz.

La mostra alla Sinagoga, aperta al pubblico fino al 14 aprile 2019, è promossa dal ministero per i Beni e le Attività culturali – Parco Archeologico di Ostia antica.

Essa si avvale del patrocinio:

  • del Comitato di coordinamento per le celebrazioni in ricordo della Shoah della Presidenza del Consiglio dei Ministri,
  • dell’Unione delle Comunità ebraiche italiane;
  • della Comunità ebraica di Roma.

La mostra alla Sinagoga ha altresì il sostegno di:

  • Forum austriaco di cultura,
  • Istituto polacco di Roma, American Academy in Rome,
  • Ferrovie dello Stato,
  • Fondazione FS italiane.

Dove nasce l’idea della mostra alla Sinagoga?

L’idea nasce dalla storia della Sinagoga di Stommeln, in provincia di Colonia, sopravvissuta al nazismo dove, dal 1990 ogni anno un artista è invitato a creare un lavoro originale per il luogo.

Una necessità perchè la memoria delle tragedie trascorse, recenti e in atto non si risolva nelle commemorazioni e nei discorsi rituali di un giorno.

Arte in memoria coinvolge la comunità degli artisti perché trasformi un luogo di culto in luogo di cultura, ripopolandolo con visioni ispirate alla storia ma radicate nell’attualità.

Gli artisti invitati alla X edizione della Biennale sono:

  • Ruth Beraha (Milano, 1986),
  • Norbert Hinterberger (AltmünsterAustria, 1949),
  • Zbigniew Libera (Pabianice, Polonia, 1959),
  • Karyn Olivier (Trinidad e Tobago, 1968).
  • Si tratta di grandi installazioni collocate negli spazi della Sinagoga:
  • la lunghissima rotaia di Libera a fianco del cancello;
  • il grande muro-lavagna di Olivier lungo la cancellata che separa la Sinagoga dalla strada ad alta percorrenza; la grande buca dove è caduto Golia colpito da Davide di Beraha;
  • l’anomalo capitello poggiato da Hinterberger in prossimità delle quattro alte colonne all’ingresso della Sinagoga.

Infomazioni sulla mostra alla Sinagoga

L’ingresso alla mostra si inserisce nel percorso di visita agli Scavi; questi gli orari dal martedì alla domenica dalle ore 8.30; lunedì chiuso:

  • 22 gennaio al 15 febbraio: ultimo ingresso 15.30 con uscita 16.30;
  • dal 16 febbraio al 15 marzo: ultimo ingresso 16 con uscita 17;
  • 16 marzo all’ultimo sabato di marzo: ultimo ingresso 16.30 con uscita 17.30;
  • dall’ultima domenica di marzo a fine mostra: ultimo ingresso 18.15 con uscita 19.15.

La biglietteria chiude un’ora prima dell’orario riportato.

Il costo dei biglietti per entrare agli Scavi di Ostia è intero 10 euro, ridotto 5 euro.

Per avere maggiori informazioni: pa-oant.comunicazione@beniculturali.it.

Aricoli simili: Kiribati

Autore dell'articolo: Francesca DI Giuseppe

Francesca Di Giuseppe, nata a Pescara il 27 ottobre 1979, giornalista e titolare del blog Postcalcium.it. Il mio diario online dove racconto e parlo a mio della mia passione primaria: il calcio Laureata in Scienze Politiche presso l’Università degli Studi di Teramo con una tesi dedicata al calcio femminile. Parlare di calcio è il mezzo che ho per assecondare un’altra passione: la scrittura che mi porta ad avere collaborazioni con diverse testate giornalistiche regionali e nazionali.