Nicola Murru firma con il Torino

Nicola Murru firma con il Torino

         
Iscriviti al Feed di Webmagazine24.it intopic.it feedelissimo.com
 

Nicola Murru firma con il Torino Football club, il terzino sinistro, classe 1994, arriva direttamente dalla Sampdoria ed ha effettuato questa mattina le visite mediche. Si attende quindi per la firma e per l’ufficialità che a quanto pare non tarderanno ad arrivare, poiché Murru avrebbe già un posto da titolare nel match contro la Fiorentina, in programma il prossimo sabato. Nicola Murru l’esordio con la maglia granata è davvero molto vicino.

Il Torino è stato già protagonista di differenti trattative; quello di Murru infatti non è il primo acquisto. La società piemontese ha già acquistato dalla Sampdoria Karol Linetty ed il difensore Ricardo Rodriguez dal Milan. Quest’ultimo è stato recentemente protagonista di un infortunio, probabilmente proprio per questo motivo Nicola Murru partirà titolare già contro i viola. Il club ha recentemente salutato Lorenzo De Silvestri ed è stato impegnato nel cambio dell’allenatore. Quest’anno la squadra ripartirà da Marco Giampaolo; anch’egli arriva direttamente dalla Sampdoria, di conseguenza Nicola Murru continuerà ad avere lo stesso allenatore.

Nicola Murru arriva a Torino: la trattativa

Nicola Murru arriva a Torino grazie all’accordo trovato tra la società granata e quella blucerchiata. La trattativa si basa sul prestito con diritto di riscatto, fissato a sei milioni di euro. Questo pomeriggio il giocatore dovrebbe già raggiungere i suoi compagni di squadra ed iniziare gli allenamenti. Il Torino di Marco Giampaolo inizia cosi a prendere forma, grazie a un altro colpo di mercato fortemente voluto dall’allenatore. Nicola Murru è esploso e si è presentato alla Serie A con la maglia del Cagliari, disputando delle stagioni di buon livello. A Torino il giocatore potrebbe compiere quel salto di qualità che gli è sempre mancato per l’affermazione definitiva come uno dei migliori terzini.

 

 

Per favore supportaci e metti mi piace!!

Autore dell'articolo: Matteo Paniccia

Avatar