nissan e.dams in Cile

Nissan e.dams in Cile per il campionato di Formula E

         
Iscriviti al Feed di Webmagazine24.it intopic.it feedelissimo.com Segnala a Zazoom - Blog Directory
 

Nissan e.dams in Cile. La casa automobilistica giapponese porta la Formula E in Sud America

Questa settimana Nissan e.dams in Cile, a Santiago per il terzo turno del campionato ABB FIA Formula E ed è pronta a gareggiare nel nuovo circuito di Parque O’Higgins di Santiago.

Il tracciato è lungo 2,4 km ed è stato allestito nel parco di 74 ettari della capitale cilena che ospita per la seconda volta il campionato.

La Formula E per Nissan e.dams, rappresenta la piattaforma ideale per rafforzare la Nissan Intelligent Mobility.

Essa consiste in una roadmap strategica che si propone di ridefinire il modo in cui i veicoli vengono guidati, alimentati e integrati nella società.

Il team Nissan e.dams in Cile ha iniziato con buoni risultati nelle prime due gare disputate

Nell’ultima gara di Marrakesh, Buemi è stato costretto a prendere una curva larga, per evitare un altro veicolo, passando dal terzo al 13° posto nel primo giro.

Tuttavia ha rimontato nuovamente fino a tagliare il traguardo in ottava posizione. In questo tentativo di recupero, ha registrato il secondo giro più veloce della corsa.

L’ex campione della serie Sebastien Buemi è il pilota che si è classificato meglio in questa stagione, dopo aver iniziato terzo e quarto nei primi due turni.

Il compagno di squadra Oliver Rowland è stato il debuttante con le migliori performance nel round di apertura, rimontando dal 14° posto in griglia al settimo posto.

Michael Carcamo, direttore mondiale dei motorsports di Nissan e.dams in Cile:

A Marrakech abbiamo tenuto il giusto ritmo, ma la fortuna non ci ha assistiti.

Tutti i membri del team Nissan e.dams non vedono l’ora di trasformare quel ritmo in risultati in Cile.

“Partecipando al campionato, sapevamo che il livello della competizione sarebbe stato intenso.

Abbiamo tenuto un buon ritmo e se non fosse stato per il brutto episodio alla prima curva di Marrakesh, saremmo potuti salire sul podio.

Ogni giro è un processo di apprendimento per noi.

In Cile cercheremo ulteriori miglioramenti nei nostri sistemi di gestione dell’energia e nelle prestazioni generali del veicolo.

Jean-Paul Driot, team principal di Nissan e.dams:

Dopo Marrakesh, Nissan e.dams, Nissan e NISMO hanno continuato a lavorare a stretto contatto per esaminare i dati del weekend e lavorare per stabilire uno schema di riferimento per Santiago.

Questo è un circuito nuovo per il campionato e Sebastien e Oliver hanno già completato molte miglia virtuali di preparazione per questo fine settimana.

La prova degli esordienti con Mitsunori e Jann la scorsa settimana ci ha fornito dati importanti per continuare a perfezionare il nostro programma di simulazione.

Le auto entreranno in pista per la prima volta alle 15 di venerdì ora locale (19 ora italiana) per la sessione di collaudo dell’e-Prix di Santiago.

La giornata di sabato inizia alle 8 (12 ora italiana) con la gara di 45 minuti (più un giro) programmata per le 16:04 (20:04 ora italiana).

Nissan e.dams, le dichiarazioni dei piloti:

Sébastien Buemi:

Sto andando in Cile e sono fiducioso.

Sebbene la fortuna non sia stata dalla nostra parte a Marrakesh, sappiamo che la nostra auto ha avuto una buona velocità.

A volte il risultato può essere completamente al di fuori del tuo controllo.

Tutto quello che si può fare è continuare a concentrarsi sul miglioramento dell’auto e prepararsi al meglio.

L’anno scorso in Cile ho fatto una bella gara e sono arrivato sul podio; non vedo l’ora di provare il nuovo circuito.

“Il nuovo formato di gara per la Formula E è stato sicuramente entusiasmante per i fan.

Abbiamo avuto a disposizione un paio di gare per capire quando e come usare la spinta extra.

È come una partita a scacchi ad alta velocità, perché è fondamentale anche prendere in considerazione quello che stanno facendo i rivali prima di attivare l’Attack Mode.

Oliver Rowland:

L’utilizzo del simulatore è stato di grande aiuto per me nella mia prima stagione di campionato, perché mi ha permesso di arrivare preparato e pronto ad affrontare le sfide.

Il format di gara di una giornata non offre molto tempo per conoscere i nuovi circuiti, ma per questa settimana saremo tutti allo stesso livello, visto che il tracciato è nuovo.

Ho tenuto un ottimo ritmo durante le due sessioni di prove libere a Marrakesh.

Il mio obiettivo ora è quello di continuare così per il resto della giornata a Santiago.

Iniziare in posizione avanzata è importante, perché il livello di competizione è davvero alto.

Non vedo l’ora di migliorare questa settimana anche grazie ai dati extra che il team ha ottenuto dalla prova degli esordienti.

 

 

Autore dell'articolo: Francesca DI Giuseppe

Francesca Di Giuseppe, nata a Pescara il 27 ottobre 1979, giornalista e titolare del blog Postcalcium.it. Il mio diario online dove racconto e parlo a mio della mia passione primaria: il calcio Laureata in Scienze Politiche presso l’Università degli Studi di Teramo con una tesi dedicata al calcio femminile. Parlare di calcio è il mezzo che ho per assecondare un’altra passione: la scrittura che mi porta ad avere collaborazioni con diverse testate giornalistiche regionali e nazionali.