Novità sulle intercettazioni di comunicazioni

Novità sulle intercettazioni di comunicazioni

         
Iscriviti al Feed di Webmagazine24.it intopic.it feedelissimo.com Segnala a Zazoom - Blog Directory
 

Camera dei Deputati da il via alle novità sulle intercettazioni di conversazioni o comunicazioni


In arrivo novità nel campo delle intercettazioni di comunicazioni, a seguito del voto finale alla Camera dei Deputati; dunque il Decreto sulle “modifiche urgenti alla disciplina delle intercettazioni di conversazioni o comunicazioni” è diventato legge. Per studiare le nuove norme si ha tempo fino al 01 maggio 2020, quando entreranno in vigore.


[adrotate banner=”37″]

Il provvedimento appena votato ha al suo interno una serie di misure che hanno l’obiettivo di disciplinare al meglio il ricorso alle intercettazioni.

Novità sulle intercettazioni di comunicazioni o conversazioni: assoluto divieto di riproduzione degli atti coperti dal segreto

Dunque, il nuovo provvedimento pone un assoluto divieto per quanto riguarda gli atti coperti da segreto; infatti ad essere vietata è anche la pubblicazione solo parziale o per riassunto. Tutto ciò senza fare differenze tra mezzi di informazioni; quindi riguarda tanto la stampa, quanto il web, la tv e gli altri mezzi di diffusione.

Delitti – Magistratura – Gip – Difensori

Invece sono state ammesse le intercettazioni nei casi di delitti commessi avvalendosi delle condizioni previste dall’articolo 416-bis c.p. (Associazione di tipo mafioso). A valutare e, quindi, stabilire la rilevanza delle intercettazioni sarà la magistratura e non la polizia giudiziaria. Mentre l’accesso all’archivio ed anche l’ascolto delle conversazioni è consentito al Gip ed ai difensori delle parti.

Novità sulle intercettazioni di comunicazioni: registrazione e conservazione dati

Per quanto riguarda le registrazioni delle intercettazioni, si impone l’uso di applicativi conformi ai requisiti tecnici stabiliti con decreto del Ministro della Giustizia. Dunque, l’archivio delle intercettazioni è un archivio digitale.

I requisiti tecnici dei programmi informatici funzionali alle intercettazioni attraverso ‘trojan’, programmi che devono avere caratteristiche tali da garantire affidabilità, sicurezza ed efficacia, sono definiti da un decreto del Ministro della Giustizia.

I trojan potranno essere attivati anche per i delitti commessi da incaricati di pubblico servizio nei confronti della Pubblica amministrazione.

Le nuove norme entreranno in vigore il 1 maggio 2020.

 

 

Home page

Autore dell'articolo: Paolo Di Sante

Ogni giorno genitori danno tutto per la famiglia, lavoratori si sacrificano per lo stipendio, disoccupati cercano lavoro, imprenditori e professionisti cercano di mandare avanti l'attività. E poi c'è l'Italia, un paese intasato di burocrazia e norme che sembrano remare contro chi si alza la mattina per affrontare la giornata. Tutto ciò ha mosso in me la voglia di pubblicare studi, ricerche ed appunti che sono frutto di oltre un ventennio di lavoro: adempimenti fiscali, civilistici ed amministrativi; servizi alle aziende ed alle persone in campo amministrativo e finanziario. Credo che la diffusione delle informazioni porti equità sociale. Il mio motto preferito: "l'unione fà la forza".