omicidio pozzi

Omicidio Pozzi: il giudice chiede l’ergastolo per la figlia

Per l’omicidio di Maurizio Pozzi, l’accusa ha chiesto l’ergastolo per la figlia. Oggi, il Pm Antonia Pavan ha chiesto, nel processo con formula di rito abbreviato a carico di Simona Pozzi, il massimo della pena. La 47 enne figlia del commerciante di scarpe di 69 anni, Maurizio Pozzi è stata accusata di essere la mandante […]

Novità sulle intercettazioni di comunicazioni

Novità sulle intercettazioni di comunicazioni

Camera dei Deputati da il via alle novità sulle intercettazioni di conversazioni o comunicazioni


In arrivo novità nel campo delle intercettazioni di comunicazioni, a seguito del voto finale alla Camera dei Deputati; dunque il Decreto sulle “modifiche urgenti alla disciplina delle intercettazioni di conversazioni o comunicazioni” è diventato legge. Per studiare le nuove norme si ha tempo fino al 01 maggio 2020, quando entreranno in vigore.


Leggi di più a proposito di Novità sulle intercettazioni di comunicazioni

Salvini indagato per utilizzo di voli di stato

Salvini indagato per utilizzo di voli di stato

L’ex Ministro Matteo Salvini è indagato per abuso d’ufficio, nello specifico ha utilizzato voli di stato per motivi strettamente extra statali. La procura di Roma e titolare dell’inchiesta ha già trasmesso gli atti al Tribunale dei Ministri. Lo hanno riportato i quotidiani : Il Corriere della sera e Il Fatto quotidiano. L’uomo politico dal canto […]

Morto Francesco Saverio Borrelli

Morto Francesco Saverio Borrelli, il capo di Mani Pulite

È morto Francesco Saverio Borrelli, magistrato nonché capo del pool di Mani Pulite, famoso per il suo accorato appello “Resistere resistere resistere”

 

Milano, lì 20 luglio 2019 – Morto Francesco Saverio Borrelli presso l’Istituto dei Tumori di Milano.

 


Nato a Napoli il 12 aprile 1930, la carriera lo ha portato a trascorrere a Milano buona parte della sua vita. Nel periodo di Tangentopoli hanno lasciato il segno le sue parole:” Resistere, resistere, resistere”. Ricoverato all’Istituto Tumori di Milano è deceduto questa mattina.


Leggi di più a proposito di Morto Francesco Saverio Borrelli, il capo di Mani Pulite

Carola Rackete libera

Carola Rackete libera: Gip non convalida l’arresto

Carola Rackete è libera dopo la decisione del Gip di Agrigento, Alessandra Vella, di non convalidare l’arresto, pronta l’espulsione dall’Italia, vertici di Governo contrariati

Agrigento, lì 03 luglio 2019 – Carola Rackete è  libera: secondo il Gip di Agrigento non è applicabile il D.L. “Sicurezza.

 


La Sea Watch lascia una scia di polemiche e crea un caso internazionale: Francia e Germania schierate con Carola Rackete; l’Italia fa la voce grossa ma il Gip la rilascia, biglietto di solo andata verso la Germania. Così si scatena un’effetto domino di reazioni e commenti: esponenti del Governo stupiti e residenti con striscioni sotto l’abitazione della capitana tedesca.


Leggi di più a proposito di Carola Rackete libera: Gip non convalida l’arresto

Procreazione assistita gay: "divieto

Procreazione assistita gay: “divieto non illegittimo”

Procreazione assistita gay: “divieto non illegittimo”

Procreazione assistita gay: “divieto non illegittimo“. La Corte costituzionale ha ribadito che il divieto di procreazione assistita per le coppie gay è legittimo. Lo ha stabilito esaminando le argomentazioni sollevate dai Tribunali di Pordenone e Bolzano sulla legittimità costituzionale della legge n 40 del 2004. Quest’ultima, infatti, vieta alle coppie omosessuali di accedere alle tecniche di procreazione medicalmente assistita.

Leggi di più a proposito di Procreazione assistita gay: “divieto non illegittimo”

Indagati magistrati sul caso Borsellino

Indagati magistrati sul caso Borsellino

Indagati magistrati sul caso Borsellino. Nuovo colpo di scena nell’inchiesta

Indagati magistrati sul caso Borsellino. Nuovo colpo di scena nell’inchiesta sul depistaggio della strage di via D’Amelio, costato la vita a Paolo Borsellino e alla sua scorta. A distanza di 27 anni, infatti, i pm di Messina hanno iscritto nel registro degli indagati alcuni magistrati. Si tratterebbe di Carmelo Petralia di Annamaria Palma, in servizio nel pool che indagò sull’attentato. Risultano entrambi inquisiti per concorso in calunnia aggravata per aver favorito Cosa nostra. All’epoca Petralia e Palma erano pm di Caltanissetta.

Leggi di più a proposito di Indagati magistrati sul caso Borsellino

Scandalo magistrati a Roma

Scandalo magistrati a Roma: arresti per corruzione e sentenze “comprate”

Scandalo magistrati a Roma. L’operazione della Guardia di Finanza è scattata all’alba e ha fatto finire in carcere l’avvocato Pietro Amara, oltre a numerosi imprenditori e al sostituto procuratore di Siracusa, già trasferito in un’altra sede, Giancarlo Longo. L’accusa è frode fiscale, bancarotta e corruzione in atti giudiziari. Magistrati nel mirino Sentenze aggiustate e falsi dossier. […]

pubblica una barzelletta sui carabinieri su facebook: denunciata

Casalinga posta una barzelletta sui carabinieri su facebook: denunciata

Postare una barzelletta sui carabinieri su facebook può costare una denuncia. E’ questo il destino toccato ad una casalinga di 58 anni di Trento. La barzelletta è stata, infatti, ritenuta offensiva e rimossa. Denunciata anche l’amministratrice della pagina, una donna di 36 anni, su cui era stato postato il testo. Una barzelletta può costare caro Una […]