Papa Luciani: un omicidio voluto da forze nascoste?

Nell’ultima puntata del noto programma Mediaset Quarto Grado, Alessandra Viero e Gianluigi Nuzzi si sono occupati del caso di Papa Luciani, passato alla storia come Papa Giovanni Paolo I. Il pontefice durò solamente un mese ed alla sua morte il conclave elesse Karol Woytila, Papa Giovanni Paolo II. Papa Luciani sapeva già da tempo che quella proclamazione sarebbe divenuta un fardello da portare. Sul suo volto portava i segni della sofferenza e della fatica dovuti alla sua alta carica al soglio pontificio.

Quarto Grado ha messo in evidenza due foto che ritraggono Albino Luciani: una all’inizio del suo pontificato, dove è possibile vederlo in forma e sorridente, un’altra risalente a pochi giorni prima della sua morte, in cui il pontefice è ritratto emanciato e dall’aspetto poco curato.

Papa Luciani: l’ ‘inimicizia’ con Marcinkus

Albino Luciani era fisicamente provato a causa del suo pontificato. Fatica, tensione, spossatezza, tutto ciò poteva essere letto sul suo viso. C’era forse qualcosa che preoccupava il Santo Padre? E’ bene sapere che già prima del conclave, il pontefice era consapevole di avere numerosi nemici all’interno delle mura vaticane. Tra questi ricordiamo monsignor Paul Marcinkus, il presidente dello IOR, la banca dello Stato Pontificio.

E’ possibile che costui considerasse Papa Giovanni Paolo I come una sorta di ostacolo al suo operato? Ci sono varie indiscrezioni ed ombre sulla vita privata di Marcinkus, come ad esempio i presunti legami con la P2 e Roberto Calvi, il banchiere trovato morto sotto il ponte dei Frati Neri a Londra.

Papa Luciani: i documenti a cui ebbe accesso

Quando Papa Luciani divenne pontefice, ebbe accesso ad alcuni documenti segreti. Informazioni esclusive, che mai avrebbe potuto immaginare. Ma a cosa alludiamo? Ebbene: carte, conti correnti e numeri da capogiro. Documenti questi, pubblicati per la prima volta nel libro Peccato originale di Gianluigi Nuzzi. Essi provano che i tentacoli del sistema di potere creato dal potentissimo Marcinkus, sfioravano il predecessore di Luciani, papa Paolo VI ed i suoi collaboratori più fidati. Qualche scoperta ‘di troppo’ da parte di Luciani ha forse segnato la sua fine e la conseguente elezione a pontefice di Giovanni Paolo II?

Via