Pericolo Nucleare in Corea

Pericolo Nucleare in Corea del Nord ?

 

Pericolo nucleare in Corea del Nord. Sembra, che la Corea del Nord non abbia mai smesso di produrre testate nucleari. Anzi, nonostante il monito da parte degli Stati Uniti e le innumerevoli  trattative messe a segno dal Presidente Trump, lo stato orientale ha armato altri missili”. Nel 2018 la nazione Nord coreana  ha prodotto circa una dozzina di nuove testate atomiche. Questa è solo la stima contenuta in uno speciale rapporto diffuso dallo Stockholm International Peace Reserch Institute (Sipri). L’ente svedese ipotizza addirittura, che il dittatore orientale possieda 20- 30  testate già dal Gennaio scorso. E solo nell’ultimo anno abbia addirittura aumentato il suo arsenale di 10 pezzi. La nazione confinante con la Cina continua a dare la priorità ai programmi atomici. Questo per incrementare nuove strategie sulla sicurezza nazionale.

[adrotate banner=”37″]

Pericolo nucleare in Corea del Nord: le armi atomiche

Le armi atomiche sono lo spauracchio delle nazioni moderne. Nessuno nel pianeta vuole un conflitto nucleare.  Molti, infatti dei cosiddetti paesi ” civili” le hanno messe al bando quasi tutte. Eppure nel mondo esistono ancora 13.864 ordigni nucleari. In calo però di 601 unita su base annua. E’ abbastanza comunque per avere paura?. E persino il presidente degli Stati Uniti, Donald Trump è apparso  non del tutto informato sulla vicenda. Eppure il suo impegno nelle trattative è sembrato a tutti rilevante. Definito, anzi un passo importante per la pace mondiale. Ricordiamo i precedenti incontri avvenuti proprio tra il primo uomo d’America e Pyongyang.

Le parole del Tycon

Il presidente della nazione americana ha risposto ad alcune domande in merito alla questione su ABC news. E quando alcuni giornalisti hanno chiesto a Donald Trump se fosse più o meno informato sulla priorità atomica della Corea, lui stesso ha risposto: ” Non lo so”. ” Spero di no” – Ha continuato. ” Il leader Kim – Jon –  Un  mi ha promesso che non avrebbe fatto più test”- Ha concluso. Ma sulla terra molti rimangono ancora preoccupati, soprattutto dalle esigue notizie, un po’ da tutte le parti.

 

 

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere informato iscriviti al nostro Canale Telegram o
seguici su Google News
.
Inoltre per supportarci puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, se vuoi
segnalare un refuso Contattaci qui .


Autore dell'articolo: Redazione Webmagazine24