Per Zaia ora “dev'essere la giornata buona, si deve tornare in Regione”

Polemiche tra Zaia e la comunità cinese

         
Iscriviti al Feed di Webmagazine24.it intopic.it feedelissimo.com Segnala a Zazoom - Blog Directory
 

VENEZIA – Polemiche tra Luca Zaia e la comunità cinese dopo alcune frasi del governatore veneto in cui lo stesso esprimeva il proprio pensiero sulla differenza, a livello di igiene, tra Italia e Cina. Ecco che cosa ha sottolineato, in una nota, l’ambasciata della Repubblica Popolare Cinese, che ha sede a Roma:

«In un momento cruciale come questo, in cui Cina e Italia si trovano fianco a fianco ad affrontare l’epidemia, un politico italiano non ha risparmiato calunnie sul popolo cinese. Si tratta di offese gratuite che ci lasciano basiti. Ci consola il fatto che moltissimi amici italiani non sono d’accordo con tali affermazioni e, anzi, le criticano fermamente. Siamo convinti che quelle parole non rappresentino assolutamente il sentire comune del popolo italiano. Un popolo civile e nostro amico. Il nuovo coronavirus è un nemico comune, che richiede una risposta comune. In un momento così difficile, è necessario mettere da parte superbia e pregiudizi, e rafforzare la comprensione e la cooperazione al fine di tutelare la sicurezza e la salute comune dell’umanità intera».

Polemiche tra Luca Zaia e la comunità cinese

Zaia ha poi voluto precisare il proprio pensiero scusandosi per aver “urtato la sensibilità di qualcuno” e sostenendo di essere stato “frainteso” e “strumentalizzato” per le sue dichiarazioni. Intanto ieri mattina, dopo una settimana, Zaia ha fatto il punto della situazione con i Direttori generali delle Ulss del Veneto;

“Gestire una emergenza come questa – ha affermato – è possibile grazie a un grande lavoro di squadra: la Sanità Veneta si sta dimostrando ancora una volta all’altezza. Grazie a chi amministra la nostra Sanità e a tutto il personale medico e sanitario, negli ospedali e sul territorio, oltre ai farmacisti e alla rete di assistenza territoriale!”.

Non solo. Sempre ieri mattina, intervenendo a “Storie Italiane” su Raiuno con Eleonora Daniele, Zaia ha criticato l’Ue:

“Ho molto da ridire contro questo modello di Europa. Un’Europa che non riesce a fare coordinamento su fatti così gravi come il coronavirus è un’Europa che non esiste. Gli Stati membri si muovono in ordine sparso. Oggi l’Europa deve darsi una dimensione politica anche per quanto riguarda le politiche sanitarie. Questo virus è la cartina di tornasole rispetto all’efficacia e all’autorevolezza dell’Unione. Non solo in riferimento agli Stati membri, ma anche rispetto al resto del mondo”.

Autore dell'articolo: Redazione Webmagazine24