Procida Capitale della Cultura italiana

Procida Capitale della Cultura italiana 2022

         
Iscriviti al Feed di Webmagazine24.it intopic.it feedelissimo.com Segnala a Zazoom - Blog Directory
 

Procida Capitale della Cultura italiana 2022. L’assegnazione del titolo poche ore fa dal Ministero dei Beni culturali

Scelta tra altre 9 città, Procida Capitale della cultura italiana 2022; scavalcate dunque Ancona, Bari, Cerveteri, L’Aquila, Pieve di Soligo, Taranto, Trapani, Verbania e Volterra.

Al momento della presentazione della candidatura, in sindaco della cittadina isolana Dino Ambrosino, aveva inoltre dichiarato:

Il percorso di partecipazione alla competizione fortificato le politiche dell’amministrazione dell’isola che stava già puntando su temi forti come l’inclusione, la rigenerazione, il turismo, tutti legati alla cultura.

Questo percorso è stato un percorso importante che lascerà un lascito forte per la comunità.

Ecco le motivazioni della giuria lette dal Ministero:

Il progetto culturale presenta elementi di attrattività e qualità di livello eccellente.

Il contesto di sostegni locali e regionali pubblici e privati è ben strutturato, la dimensione patrimoniale e paesaggistica del luogo è straordinaria; la dimensione laboratoriale, che comprende aspetti sociali e di diffusione tecnologica è dedicata alle isole tirreniche; ma è rilevante per tutte le realtà delle piccole isole mediterranee.

Il progetto potrebbe determinare, grazie alla combinazione di questi fattori, un’autentica discontinuità nel territorio e rappresentare un modello per i processi sostenibili di sviluppo a base culturale delle realtà isolane e costiere del paese.

Il progetto è inoltre capace di trasmettere un messaggio poetico, una visione della cultura, che dalla piccola realtà dell’isola si estende come un augurio per tutti noi, al paese, nei mesi che ci attendono.

La capitale italiana della cultura 2022 è Procida.

“Complimenti a Procida che ci accompagnerà nell’anno della ripartenza e della rinascita” sono invece le parole del ministro Franceschini dopo aver letto le motivazioni della scelta.

Una selezione infine svolta attraverso Zoom da una giuria di esperti presieduta dal professor Stefano Baia Curioni.

Procida, il nome dell’isola deriva da quello di epoca romana Prochyta

Secondo una prima ipotesi in realtà questo nome deriva da Prima Cyme, ovvero “prossima a Cuma”, come doveva apparire l’isola ai coloni greci nella migrazione dall’isola d’Ischia a Cuma.

Un’altra ipotesi invece fa derivare il nome dal greco pròkeitai (πρόκειται), cioè “giace”, in considerazione di come appare l’isola, vista dal mare.

Secondo un’altra ipotesi ancora, invece, tale nome deriverebbe dal verbo greco prochyo, in latino profundo. L’isola sarebbe stata infatti profusa, messa fuori, sollevata dal fondo del mare o dalle profondità della Terra.

 

Articoli simili: Zona gialla musei aperti

Autore dell'articolo: Francesca DI Giuseppe

Francesca Di Giuseppe, nata a Pescara il 27 ottobre 1979, giornalista e titolare del blog Postcalcium.it. Il mio diario online dove racconto e parlo a mio della mia passione primaria: il calcio Laureata in Scienze Politiche presso l’Università degli Studi di Teramo con una tesi dedicata al calcio femminile. Parlare di calcio è il mezzo che ho per assecondare un’altra passione: la scrittura che mi porta ad avere collaborazioni con diverse testate giornalistiche regionali e nazionali.