Qualificazioni Europeo 2020

Qualificazioni Europeo 2020: Italia-Bosnia 2-1

intopic.it feedelissimo.com  
 

Un’ottima Italia batte anche la Bosnia, nelle Qualificazioni Europeo 2020: Italia-Bosnia 2-1

Qualificazioni Europeo 2020: Italia vittoriosa nel match contro la Bosnia giocatosi ieri sera all’Allianz Stadium di Torino.

Sicuramente la gara più difficile, fino ad ora, di queste qualificazioni contro un avversario di livello come la squadra di Dzeko.

Tre punti preziosi ottenuti con il carattere e la forza del gruppo, cosa che nella nostra Nazionale non si vedeva da un po’. Ottimo dunque finora il percorso del ct Roberto Mancini.

 

Insigne esulta dopo il gol realizzato nelle Qualificazioni all'Europeo 2020
Insigne esulta dopo il gol realizzato – corriere.it

Qualificazioni Europeo 2020: Italia-Bosnia 2-1 – il riassunto

Primo tempo

Si gioca davanti a 5.000 tifosi bosniaci: per gran parte della gara sembra di essere a Sarajevo. Qualche scontro con la polizia nel pre-gara per i tifosi ospiti, con lancio di petardi e fumogeni accesi.

Nella prima frazione di gara l’Italia sembra un po’ spenta, forse stanca. E’ anche vero che siamo a fine stagione. Poche occasioni per gli Azzurri, la più importante con Quagliarella con un tiro dal limite. E’ bravo Sehic a distendersi.

La Bosnia passa alla mezz’ora: dopo un’ottima azione corale in cui l’Italia non è perfetta nel pressing, Gojak serve Dzeko. L’attaccante della Roma (per ora) insacca a porta sguarnita e fa esplodere i tifosi bosniaci.

Secondo tempo

Nella ripresa l’Italia sembra avere tutto un altro piglio, frutto anche del cambio tattico di Mancini che toglie una punta (Quagliarella) per inserire un esterno offensivo (Chiesa), con Bernardeschi che passa nel ruolo di falso nueve.

Pareggio che arriva ad inizio secondo tempo, ed è un gioiellino di Lorenzo Insigne. Proprio Bernardeschi pennella un corner perfetto al limite dell’area, su cui si avventa il fantasista partenopeo. Il suo tiro al volo è semplicemente perfetto ed imparabile per Sehic. Applaude anche il ct Mancini.

Da questo momento è un dominio Italia. Anche se Sirigu (ottima la sua prova) ci mette una pezza su qualche ripartenza degli ospiti. Fondamentale la sua uscita con i piedi fuori dall’area, fermando appena in tempo Dzeko.

A 10′ dal termine, altra intuizione di Mancini. Fuori Bernardeschi e dentro il Gallo Belotti. Ennesimo cambio azzeccato, perché l’attaccante del Torino crea scompiglio nella retroguardia della Bosnia e permette al solito Insigne di imbeccare in area Verratti. Il piazzato del centrocampista del PSG è un cioccolatino che bacia il palo e fa esplodere la festa in campo. Sorpasso effettuato e più che meritato.

Nel recupero, con la Bosnia sbilanciata alla ricerca del pareggio, l’Italia ha l’occasione di chiudere definitivamente il match ancora con Insigne dopo un’azione partita da Belotti e continuata da Chiesa. Il tiro però si spegne sopra la traversa.

Dopo 4′ minuti assegnati, l’arbitro Fernandez manda tutti sotto la doccia. Emozionante l’inno cantato da tutto lo Stadium a fine partita.

 

Le parole di Mancini: “L’Italia è sempre una Nazionale di prima fascia”

Grande felicità per Roberto Mancini: per ora sta svolgendo un ottimo lavoro di crescita in questa squadra.

“E’ stata una gara dura, come tutte le altre – ha dichiarato il ct Azzurro – In particolare bisogna considerare che siamo a fine stagione e non è facile mantenere un certo ritmo. Sapevamo quale fosse il livello della Bosnia, nel primo tempo abbiamo lasciato troppi spazi giocando larghi, ma nella ripresa siamo cresciuti. Abbiamo dominato e la vittoria è ampiamente meritata”.

Finalmente un’Italia con la grinta: “Abbiamo messo in campo tutte le forze, non è stata facile. Ripeto, considerando che la stagione è praticamente finita abbiamo disputato una gara incredibile. Dopo aver giocato male il primo tempo, dovevamo prenderci qualche rischio nel secondo. Siamo felici per come è andata”.

Per finire, un commento sul suo percorso fino ad ora: “Sono contento di come stanno andando le cose, l’Italia è sempre stata una Nazionale di prima fascia. E’ normale che in alcuni periodi possa andare male, ma bisogna avere la forza di rialzarsi. Su Insigne e Verratti che dire, hanno fatto due grandissimi gol”.

 

Il ct Azzurro Roberto Mancini – Getty Gazzetta.it

 

I risultati delle altre gare per le Qualificazioni all’Europeo 2020

Non solo l’Italia in campo. La Francia ritrova la vittoria in casa dell’Andorra, approfittando della sconfitta della Turchia in Islanda.

Nel girone degli Azzurri perde ancora la Grecia, in casa contro l’Armenia. Travolgente Germania contro l’Estonia.

Tre punti anche per Kazakistan, Slovacchia, Belgio, Irlanda del Nord, Russia, Finlandia, Ungheria (perde ancora il Galles di Bale) e Albania.

 

Il tabellino di Italia-Bosnia

Italia (4-3-3): Sirigu; Mancini (21′ st De Sciglio), Bonucci, Chiellini, Emerson; Barella, Jorginho, Verratti; Bernardeschi (35′ st Belotti), Quagliarella (1′ st Chiesa), Insigne. A disp.: Cragno, Gollini, Romagnoli, Florenzi, Pellegrini, Sensi, Cristante. All.: Mancini

 

Bosnia (4-3-2-1): Sehic; Todorovic, Bicakcic, Zukanovic, Civic (27′ st Nastic); Besic, Pjanic, Saric; Visca, Dzeko, Gojak (35′ st Cimirot). A disp.: Kovacevic, Piric, Memisevic, Duljevic, Sunjic, Bajic, Prevljak, Vrancic, Zakaric, Milosevic. All.: Prosinecki

 

Arbitro: Estrada Fernandez (Spagna)

Marcatori: 32′ Dzeko (B), 4′ st Insigne (I), 41′ st Verratti (I)

Ammoniti: Jorginho, Bonucci (I), Besic, Saric, Džeko (B)

 

Fonte foto di copertina: ANSA.it

 
Grazie al nostro canale Telegram potete rimanere aggiornati sulla pubblicazione di nuovi articoli di WebMagazine24
     
 
 

Articoli consigliati:


Autore dell'articolo: Claudio Lopraino

Avatar