Radio BlaBla Web Radio: Intervista a Dave Sanavio

         
Iscriviti al Feed di Webmagazine24.it intopic.it feedelissimo.com Segnala a Zazoom - Blog Directory
 

Radio BlaBla Web Radio. In un’epoca in cui la digitalizzazione diventa sempre più forte, apportando modifiche e progresso in ogni settore, nascono le Web Radio.

Non a caso il proliferare dei moderni canali di comunicazione, ha portato sempre più l’informazione radiofonica ad assumere una grande rilevanza in tutti i settori che fanno notizia.

Lo stesso progresso avviene con le redazioni giornalistiche dove, l’importante lavoro giornaliero rende ancor più interessante il percorso intrapreso dalle radio.

Se ne valutano alcuni aspetti che sono collegati al settore della comunicazione giornalistica radiofonica, soprattutto con l’appoggio e la stimolazione dei social network.

Nasce così dal 2007 Radio BlaBla Web Radio.

Così un semplice suono onomatopeico, come dichiarano anche gli autori, diventa virale. Un mondo in cui aspiranti speaker volontari, comunicano direttamente dal web grandi informazioni, soprattutto lavorando a stretto contatto con strumentazioni e conoscenze informatiche.

Nasce quindi in simultaneità con le numerose operazioni di Radio BlaBla web radio la nuova trasmissione

#90 91-in movimento

Ogni mercoledì, dalle ore 18.35 #90/91 riprende alla grande la sua programmazione,

Condotta dallo speaker radiofonico Davide Sanavio in arte Dave.

Dave Sanavio Radio BlaBla web radio

Dopo aver ascoltato la prima puntata del programma #90 91 in movimento, ho deciso di chiedere alla redazione di Radio blabla web radio di poter intervistare questo nuovo ed esuberante conduttore radiofonico che nel suo spazio ci accompagna in un tour per Milano dove ci fa scoprire le bellezze e gli eventi di una grande città.

Alla mia proposta Dave si è mostrato molto disponibile e soprattutto ha espresso l’emozione e il piacere di essere intervistato per conto di webmagazine24.

A voi la nostra intervista

Come nasce da Radio BlaBla Web Radio l’idea #90 91 in movimento?

#90 91 nasce dalla voglia di realizzare un piccolo sogno nel cassetto: fare Radio! 

La leggenda (per così dire) vuole che questa mia avventura inizi da una chiacchierata con un caro amico al quale ho espresso questo mio rimpianto/desiderio.

L’amico in questione era Andrea Arcuri, “voce” storica della Radio e protagonista di Devisionis, rotocalco di cinema; la sua unica risposta è stata un’esortazione a mettersi in gioco e provare.

Nasce il progetto #90 91, un mix di passione unita all’entusiasmo di creare un riferimento radiofonico per orientarsi in una città grande e in apparenza dispersiva come Milano.

Intrattenere ma anche incuriosire. Mostrare le tante sfaccettature di una città che non si mostra, ma ha bisogno di essere scoperta. 

In cosa consiste questa nuova trasmissione e che tipo di apparecchiature utilizzate?

Consiste in un tour ideale di Milano e dintorni, alla scoperta di punti di vista, culture, contaminazioni ma anche eventi, musica, divertimento, teatro.

Ogni punto di vista è ben accetto e verrà trattato, in questo ideale percorso, con la massima apertura mentale. 

Da qui l’idea di dedicare alla linea più famosa ma anche famigerata della città, la circolare 90 e 91, mezzo pubblico che si muove a tutte le ore in senso circolare orario o antiorario a seconda di quale si prenda. 

Altrettanto, #90/91, si muove per Milano e dintorni con la differenza che il cavo elettrico e la rotta vengono indirizzate dove vuole il conducente. 

Mi piace sottolineare la parola “Conducente” più che conduttore proprio perché le persone salgono a bordo con me alla ricerca di nuovi spunti e suggerimenti.

Le apparecchiature sono semplici: un microfono, una cuffia, tante ore di ricerche e contatti e tanta pazienza per chi condivide la sua vita con me e asseconda questa passione, la mia compagna di vita.

Dove può arrivare questa trasmissione e che tipo di pubblico cercherete di conquistare?

La volontà è quella di diventare un riferimento per coloro che vogliono approcciare in modo curioso alla città e la missione è quella di invogliare la gente a cercare per non subire passivamente quello che ci circonda.

Una delle mie esortazioni più abituali è quella di concedersi del tempo, mettere il cellulare in tasca e godersi la città.

Conoscere tutto quello che Milano offre è “complicato”, esistono pochi siti davvero ordinati e precisi.

Il programma ambisce a diventare un vero punto di riferimento. Un’ora piena per conoscere e stimolare.

Il pubblico che cerchiamo di conquistare non ha limiti di età e la missione principale è invogliare chi vive in quest’area a esplorare e sperimentare tutto ciò che la Città offre.

Da qualche giorno a questa parte, arrivano commenti anche da persone che non vivono nemmeno in Lombardia ma che comunque hanno voglia di ascoltare e passare un’ora di piacevole intrattenimento.

Quante puntate avete in previsione di fare e che cadenza periodica avrà?

Il programma ha cadenza settimanale e la stagione si concluderà a luglio 2019 ma chissà che il futuro non preveda nuove “fermate” e nuove “linee” per le nostre scorribande.

Parlaci di Radio BlaBla web radio a cosa ambite e quali sono gli obiettivi che si prefigge?

Radio BlaBla Web Radio nasce dalla mente e dalla fatica di un “manipolo di matti” che 10 anni fa ha collegato server, microfoni e cuffie per cominciare un’esperienza unica: creare e fare Radio.

Tenendo conto che ancora oggi sfugge a molti il vero potenziale della rete e che, alla parola “radio” si associa sempre il termine “FM“, è possibile capire quanto sia stato complicato a quei tempi, così vicini ma così lontani, uscire senza frequenza ma con il web.

Nel corso di questi anni Radio BlaBla ha subito diverse trasformazioni nel palinsesto fino ad arrivare oggi ad offrire 10 ore di diretta giornaliera. 

Una sfida bellissima che sta dando ragione a questo gruppo di amici, dato che il giorno 30 novembre, presso il Teatro Guanella di Milano festeggeremo i 10 anni di Radio Bla Bla.

Ovviamente l’invito a partecipare si estende anche agli amici di WebMagazine24.

Oggi il nuovo traguardo è dimostrare che il web è la nuova frontiera della comunicazione e Radio BlaBla in particolare sta diventando maggiorenne, 100% radio.

Il Network è una testata giornalistica accreditata pertanto fonte di informazioni in un palinsesto di intrattenimento e contenuti importanti che spaziano dalla Cultura allo sport, dal Turismo alla Finanza, dalle notizie all’intrattenimento, dal teatro alla musica ai libri e così via.

I numeri sono sempre in crescita e giorno per giorno, senza sosta, il lavoro di miglioramento non finisce mai.

Che cosa hai provato quando per la prima volta ti hanno proposto la collaborazione con Radio blabla?

Un’ emozione particolare per me, uomo tendenzialmente cauto nelle scelte, che ho visto la possibilità di realizzare un grande sogno nel cassetto: fare Radio ed informare. Detto in breve, non ho saputo resistere all’energia che mi trasmettono ancora quotidianamente tutti i colleghi!

Che definizione daresti al tuo programma e il rapporto che hai con i tuoi colleghi?

Direi un programma per curiosi che han voglia di contaminarsi (come dico spesso) con nuove culture, saperi e forme di intrattenimento.

Il rapporto con i colleghi è speciale; si creano amicizie e collaborazioni in un’ottica di profondo rispetto e stima dell’altrui lavoro. Siamo la ciurma, l’equipaggio di una nave innamorati del mare radiofonico.

Dal tuo punto di vista che consigli daresti a un giovane che oggi vuole fare lo speaker radiofonico?

Il mio consiglio è di mettersi alla prova cuffie in testa e microfono davanti e sentire che emozione trasmette vedere la luce “on air” accendersi.

Sempre dal tuo punto di vista pensi che l’informazione tradizionale oggi abbia qualche aspetto penalizzante dal punto di vista digitale?

Oggi l’informazione tradizionale è messa a dura prova da un mondo come quello della rete, vasto e velocissimo. Da un lato permette di aprire una vastissima modalità di ricevere informazioni, mentre dall’altro lo rende delicato e mai come in questi giorni ci rendiamo conto dell’importanza di verificare e confutare, prima di accogliere una notizia per esempio. Il “fake” o bufala è sempre in agguato.

Dall’altro lato, a mio parere, il futuro è nella rete, ed il sogno di una web radio, senza antenne e modulazione di frequenza, diviene progetto che si sta concretizzando giorno per giorno.

Qual è il target che t’interessa maggiormente raggiungere?

Come dicevo poc’anzi, la rete e la modalità di questa trasmissione, “in movimento” la rende un veicolo perfetto per chiunque abbia voglia di viaggiare idealmente tanto attraverso i luoghi quanto attraverso le idee.

Nell’era del social network quanto pensi sia rilevante l’influenza di questi dal punto di vista informativo?

Il Social network è un potentissimo veicolo, pronto a diffondere idee e notizie in pochi centesimi di secondo anche in tutto il mondo, potenzialmente. Questa è una grande responsabilità che forse non viene ancora avvertita da tutti nel modo più consapevole.

Un saluto ai lettori di webmagazine24?

Cari lettori di Webmagazine24, vi saluto con un affetto speciale: salite a bordo di un ideale filobus, di un libro, di un veicolo vero e viaggiate, informatevi, osservate! L’importante è siate sempre in movimento!

Autore dell'articolo: Redazione Webmagazine24