Salvini scrive al Sole 24 Ore

Salvini scrive al Sole 24 Ore: “Libertà e responsabilità dovranno guidare la riapertura”

         
Iscriviti al Feed di Webmagazine24.it intopic.it feedelissimo.com Segnala a Zazoom - Blog Directory
 

ROMA – Salvini scrive al Sole 24 Ore. Il leader della Lega ha infatti inviato al noto quotidiano economico una lettera, pubblicata ieri.

Sostenendo che “la recessione causata dal Covid-19 sarà la più grave nell’intera storia dell’Italia unita, a parte la Seconda guerra mondiale”, l’ex ministro dell’Interno ammonisce:

“È importante muoversi in fretta, ma anche nella direzione giusta. Per questo vanno comprese le lezioni della crisi. La più importante riguarda proprio gli italiani, il cui comportamento è stato responsabile. Abbiamo dimostrato di rispondere bene alle grandi sfide, e quella della ricostruzione lo sarà quanto quella della pandemia. Le parole chiave dovranno quindi essere libertà e responsabilità”.

Salvini scrive al Sole 24 Ore

Il leader della Lega, poi, aggiunge quanto segue:

“Cittadini e imprese hanno bisogno di uno Stato che li lasci liberi di agire all’interno di un quadro delineato da poche regole chiare, uno Stato che faccia affidamento sul loro senso di responsabilità, salvo verificare con misura ed efficacia il rispetto delle regole. Il contrario di quanto abbiamo visto finora. Regole scritte male e interpretate peggio. Un apparato repressivo segno di sfiducia verso i cittadini. Verifiche affidate a quello strumento di semplificazione inutilmente complicato che è l’autocertificazione. I cittadini hanno così potuto immedesimarsi nella vita dell’imprenditore. Presunto colpevole per l’erario, vessato da adempimenti ridondanti e incomprensibili. La cultura del sospetto va sostituita con quella della trasparenza. Solo così sarà possibile attivare rapidamente le grandi opere infrastrutturali, volano essenziale della ripresa”.

Matteo Salvini, che ieri sera è andato ospite in studio da Barbara D’Urso per la trasmissione tv “Live – Non è la D’Urso”, ha poi concluso con queste parole:

“Libertà e responsabilità dovranno guidare la riapertura, ispirata, come chiedono i Governatori, a una logica di uguaglianza, non di uniformità. Bisognerà trattare in modo diverso fattispecie diverse, e calibrare le riaperture non sulla lotteria dei codici Ateco, ma sulla verifica dell’effettiva capacità delle singole aziende di rispettare criteri sanitari adeguati”.

Autore dell'articolo: Redazione Webmagazine24