Scoperti 19 asteroidi extrasolari nel sistema solare

Scoperti 19 asteroidi extrasolari nel sistema solare

 

Scoperti 19 asteroidi extrasolari nel sistema solare. Lo spazio non smette mai di stupire. Recentemente una scoperta mostra che il nostro sistema solare non è solo e che di tanto in tanto viene visitato da corpi celesti amici. Infatti sono stati scoperti 19 asteroidi che provengono da luoghi esterni al sistema solare; gli esoasteroidi. Ma prima di parlarne, vediamo cosa sono gli asteroidi.

Scoperti 19 asteroidi extrasolari nel sistema solare

Questi 19 nuovi asteroidi extrasolari sono stati scoperti di recente da parte di alcuni studiosi dall’Università Estadual Paulista in Brasile.

Inizialmente, e quasi per caso, nel 2018 questi ricercatori riuscirono a scoprire uno strano asteroide. È situato in un insieme di asteroidi chiamato “i Centauri”, tra i pianeti Giove e Nettuno.

Questo asteroide molto insolito è stato chiamato Kaʻepaokaʻawela ed è caratterizzato da un’interessante anomalia.

In poche parole la sua orbita è molto bizzarra e soprattutto retrograda. Ciò significa che si muoveva in modo inverso rispetto alle orbite degli altri componenti del nostro sistema solare. Questa caratteristica indica una sola cosa. L’asteroide non fa parte del nostro sistema solare.

Cosa sono gli asteroidi

Gli asteroidi sono corpi celesti affascinanti costituiti prevalentemente da rocce, metalli e sostanze varie. Le loro dimensioni variano da pochi metri, fino a svariati chilometri. Di norma un asteroide viaggia indisturbato nello spazio. Quando si avvicina però ad un pianeta (evento non troppo raro), viene attratto dalla forza di gravità di quest’ultimo e possono avvenire due cose.

La fine degli asteroidi

Se l’asteroide è di piccole dimensioni, l’attrito con l’atmosfera di un pianeta (dipende anche dall’atmosfera e la sua densità) ne provoca la disgregazione. Nasce così una meteora, le famose stelle cadenti.

Se invece l’asteroide è di grandi dimensioni cosa succede? Semplice, se l’atmosfera di un pianeta non riesce a disgregare del tutto un asteroide, i frammeti residui di quest’ultimo impattano al suolo e diventano meteoriti. E possono essere anche ritrovati, studiati e collezionati.

In rare occasioni gli asteroidi sono anche pericolosi, soprattutto se di grandi dimensioni, in quel caso possono fare non pochi danni.

Gli asteroidi sono estremamente interessanti ed affascinanti. Ma di recente il loro fascino è aumentato. Infatti sono stati scoperti 19 asteroidi extrasolari, provenienti dall’esterno del nostro sistema solare.

Gli esoasteroidi

In seguito, spinti da questa scoperta, i ricercatori hanno continuato a studiare “i Centauri”. Soltanto di recente hanno divulgato l’interessante notizia che esistono almeno 19 asteroidi di questo genere. Dato che provengono dall’esterno del sistema solare, sono chiamati esoasteroidi. Probabilmente inglobati nel nostro sistema solare qualche milione di anni fa.

Sono stati letteralmente lanciati da un altro sistema planetario oppure sono provenienti dallo spazio profondo ed erano letteralmente residui e viaggiatori spaziali solitari. Come nel caso di Oumuamua.

Conclusioni spaziali

Questa scoperta è estremamente interessante. Dimostra che lo spazio è pieno zeppo di sorprese. In ogni caso dà una visione meno “egoistica” dell’universo. Dimostrando che il cosmo è in continuo movimento, in continua evoluzione e ricco di tesori. Ciò che prima erano semplici congetture, come gli esopianeti e gli stessi asteroidi extrasolari, ora sono una realtà normale. E proprio scoperte simili aprono le porte verso nuovi orizzonti. Come per esempio la veritiera esistenza di vita extraterrestre. Tutto ciò fa capire che tutte queste cose sono una normale realtà, ma allo stesso tempo misteriosa e molto affascinante.

 

Ti potrebbe interessare leggere questo nostro articolo:

 

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere informato iscriviti al nostro Canale Telegram o
seguici su Google News
.
Inoltre per supportarci puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, se vuoi
segnalare un refuso Contattaci qui .


Autore dell'articolo: Redazione Webmagazine24