serie A 2018 19 inizio

Serie A 2018 19 inizio a rischio come Serie B e Serie C

         
Iscriviti al Feed di Webmagazine24.it intopic.it feedelissimo.com Segnala a Zazoom - Blog Directory
 

Serie A 2018 19 inizio a rischio, caos come per la Serie B e la Serie C dopo il comunicato del Collegio di Garanzia dello Sport.

Anche per la Serie A 2018 19 inizio a rischio dopo la comunicazione del Collegio di Garanzia dello Sport che mette nel caos la massima serie.

Il Collegio di Garanzia dello Sport ieri, nella notte delle stelle cadenti, ha annullato la sentenza della C.S.A. F.I.G.C. ritenendola non adeguata.

Serie A 2018 19 squadre in attesa di poter partire

Il Collegio di Garanzia dello Sport ha deciso di annullare con rinvio:

  • la sentenza CSA FIGC, di cui al C.U. n. 172/CSA 27 giugno 2018 e
  • la sentenza CSA FIGC di cui al C.U. n. 002/CSA 6 luglio 2018

ritenendo non coerentemente sanzionata la condotta evidenziata dalla CSA FIGC rispetto alla gravità dei fatti.

Serie A 2018 19 squadre in attesa a causa della partita Frosinone-Palermo finita 2-0 il 16 giugno 2018 al Benito Stirpe: i fatti

Principalmente il comportamento sleale e antisportivo è riconducibile:

  • al lancio di palloni in campo durante le azioni di gioco dei calciatori del Palermo da parte di tesserati del Frosinone;
  • all’invasione di campo da parte dei tifosi del Frosinone che ha causato la mancata conclusione regolare della partita.

I sostenitori del Frosinone hanno lanciato reiteratamente, nel corso della partita, numerosi oggetti sul terreno di gioco, alcuni dei quali hanno colpito un Arbitro addizionale. Nello specifico l’Addizionale ha ricevuto colpi:

  • ad una gamba ed alla schiena al 43° del primo tempo;
  • ad un braccio ed una gamba nel corso secondo tempo.

Inoltre al 47° del secondo tempo i sostenitori del Frosinone hanno lanciato sul terreno di gioco alcuni palloni nel tentativo d’interrompere le azioni del Palermo; come conseguenza l’Arbitro è stato costretto a sospendere la gara.

Infine, sempre i sostenitori del Frosinone hanno invaso il terreno di gioco costringendo gli Ufficiali di gara ed i calciatori a raggiungere velocemente il tunnel. Durante tale circostanza:

  • sono stati rivolte espressioni gravemente insultanti ad un Arbitro addizionale,
  • alcuni sostenitori sono riusciti a raggiungere gli spogliatoi provocando momenti di tensione a causa del mancato presidio da parte degli steward.

Quindi è stato riscontrato un comportamento violento ed ingiurioso dei sostenitori del Frosinone ed un comportamento sleale e antisportivo dei raccattapalle.

Così il Frosinone parteciperà alla Serie A 2018 19 ma sanzionato con 25.000 euro e 2 gare casalinghe in campo neutro a porte chiuse.

Serie A 2018 19 e la sentenza CSA FIGC, di cui al C.U. n. 172/CSA 27 giugno 2018

La Corte Sportiva d’Appello Nazionale con il Comunicato Ufficiale n. 172/CSA, tra le altre cose, ha evidenziato che:

“i comportamenti, posti in essere dai tesserati e dai sostenitori della Società Frosinone Calcio S.r.l. in
occasione della gara Frosinone-Palermo dello scorso 16 giugno, meritino di essere fortemente
stigmatizzati e sanzionati … tali comportamenti sono, infatti, all’evidenza, in palese contrasto con i fondamentali principi di lealtà, correttezza e probità che devono, sempre e senza alcuna eccezione, ispirare le condotte di tutti gli attori del mondo calcistico; la gravità dei comportamenti, posti in essere in occasione della gara di cui è giudizio, è, peraltro, tanto maggiore in quanto si trattava della finale di ritorno della competizione (i Play-off) all’esito della quale sarebbe stata individuata la terza squadra partecipante al Campionato di Serie B, promossa nel massimo Campionato calcistico, la Serie A 2018 19.

A quanto sopra, si aggiunga che simili episodi, proprio perché posti in essere, tra gli altri, da
calciatori professionistici che, come noto, rappresentano un modello per i tantissimi giovani che si
appassionano al mondo del calcio, rischiano di creare in questi ultimi la distorta convinzione della
liceità e magari dell’opportunità di simili comportamenti sleali e scorretti … il Giudice Sportivo ha, correttamente, ritenuto che le condotte sebbene siano state connotate da manifesta slealtà e scorrettezza, non abbiano, di fatto, inciso sul regolare svolgimento della gara … la C.S.A. respinge il ricorso come sopra proposto dalla società U.S. Città di Palermo di Palermo”.

Serie A 2018 19 e la sentenza CSA FIGC di cui al C.U. n. 002/CSA 6 luglio 2018

La Corte Sportiva d’Appello Nazionale con il Comunicato Ufficiale n. 002/CSA, tra le altre cose, ha evidenziato che:

“i comportamenti, posti in essere dai tesserati e dai sostenitori della Società FROSINONE CALCIO s.r.l. in occasione della gara FROSINONE-PALERMO dello scorso 16 giugno, debbano essere valutati e sanzionati ai sensi degli articoli 4, comma 3, C.G.S. e 62, comma 2, N.O.I.F., evidenziando, peraltro, come alle fattispecie oggetto delle predette norme non possano trovare applicazione le circostanze attenuanti di cui all’articolo 13 C.G.S. richiamate dalla Società nel proprio ricorso … questa Corte ritiene doveroso ribadire che i comportamenti, posti in essere dai tesserati e dai sostenitori della Società FROSINONE CALCIO s.r.l. in occasione della gara FROSINONE-PALERMO dello scorso 16 giugno, meritano di essere fortemente stigmatizzati e adeguatamente sanzionati … La gravità di tali comportamenti, ad avviso di questa Corte, non è stata adeguatamente sanzionata dal Giudice Sportivo; ciò impone non solo di rigettare il ricorso proposto dalla società FROSINONE CALCIO s.r.l. ma di aggravare le sanzioni”.

Quindi il Frosinone parteciperà alla Serie A 2018 19 ma:

“… oltre all’ammenda di € 25.000,00, la sanzione della squalifica del campo per due giornate di gara con obbligo di disputare le stesse in campo neutro e a porte chiuse. Solo una siffatta sanzione appare, infatti, idonea a realizzare la funzione retributiva della pena … per avere violato il precetto fondamentale secondo il quale i risultati sportivi si ottengono comportandosi in modo corretto e leale e non ponendo in essere azioni che … hanno, comunque, interferito con la normale e fisiologica effettuazione della gara medesima.

Più in particolare, il comportamento costituito dal lancio premeditato e organizzato di palloni da parte dei tesserati (calciatori professionistici) della Società FROSINONE CALCIO s.r.l., al solo scopo di spezzettare le azioni di attacco della squadra avversaria, costituisce una manifestazione di slealtà e scorrettezza, la cui gravità merita di essere adeguatamente sanzionata … Per questi motivi, la Corte Sportiva di Appello Nazionale rigetta il ricorso, come in epigrafe proposto, dalla Società FROSINONE CALCIO s.r.l.”.

Serie A 2018 19 calendario a rischio

Il Collegio di Garanzia dello Sport chiede alla CSA FIGC di riunirsi prossimamente in diversa composizione per giungere ad una riformulazione delle sanzioni. Il Collegio di Garanzia dello Sport ha formulato tale richiesta:

“ritenendo non coerentemente sanzionata la condotta evidenziata dalla Csa Figc rispetto alla gravità dei fatti per come descritti in decisione.”

Potrebbero interessarti anche:

Lega Pro 2018 19 inizio campionato slitta a Settembre

Serie B 2018 19: la Lega B rinvia il calendario

Calendario Serie A 2018/19: qui tutte le partite

Autore dell'articolo: Paolo Di Sante

Ogni giorno genitori danno tutto per la famiglia, lavoratori si sacrificano per lo stipendio, disoccupati cercano lavoro, imprenditori e professionisti cercano di mandare avanti l'attività. E poi c'è l'Italia, un paese intasato di burocrazia e norme che sembrano remare contro chi si alza la mattina per affrontare la giornata. Tutto ciò ha mosso in me la voglia di pubblicare studi, ricerche ed appunti che sono frutto di oltre un ventennio di lavoro: adempimenti fiscali, civilistici ed amministrativi; servizi alle aziende ed alle persone in campo amministrativo e finanziario. Credo che la diffusione delle informazioni porti equità sociale. Il mio motto preferito: "l'unione fà la forza".