Serie A i top e flop della quarta giornata

         
Iscriviti al Feed di Webmagazine24.it intopic.it feedelissimo.comSegnala a Zazoom - Blog Directory
 

I top e flop della quarta giornata

La doppietta di Zlatan Ibrahimovic nel derby di Milano, il Crotone che è riuscito a fermare la Juventus con un pareggio, la vittoria fragorosa del Napoli ai danni dell’Atalanta di Gasperini e la rocambolesca vittoria del Sassuolo in rimonta sul Bologna. Il quarto turno di campionato ci ha regalato una marea di emozioni. I top e flop della quarta giornata.

I flop del quarto turno di campionato

  1. La Juventus di Andrea Pirlo

No, non vogliamo parlare della prestazione in se (che già dovrebbe far pensare molto) ma solamente del risultato. Il pareggio per uno a uno contro il Crotone, a metà ottobre non farà gridare allo scandalo, ma rappresenta sicuramente un campanello d’allarme molto importante in casa Juventus.

  1. Il tracollo della Lazio

È arrivato un altro pessimo risultato per la Lazio di Simone Inzaghi, uscita sconfitta per tre a zero dalla trasferta di Genova contro la Sampdoria di Claudio Ranieri. Cosi come per Andrea Pirlo e la sua Juventus, anche la prestazione di sabato contro i doriani, dovrebbe rappresentare un campanello d’allarme per la Lazio.

  1. Il Torino affonda ancora

Ancora in protesta i tifosi del Torino, ancora una sconfitta per la squadra di Urbano Cairo, che stavolta si infrange (in casa) contro il Cagliari, corsaro di una vittoria per due a tre. Partita rocambolesca, è vero. Ma intanto la società sta pensando a Ventura.

I top del quarto turno di campionato

  1. La spettacolare rimonta del Sassuolo

Sotto per tre a uno al 60’ minuto di gioco, il Sassuolo di De Zerbi sembrava destinato alla prima sconfitta stagione. Sembrava, perché complici le reti di Djuricic, Caputo e l’autorete di Tomiyasu, i neroverdi sono riusciti a compiere una pirotecnica rimonta. E a rimanere ancora imbattuti.

  1. Un Napoli forza 4

Che sarebbe stata una partita piena di goal, non era difficile da immaginare. Ma nessuno si sarebbe aspettato un risultato del genere, neanche gli stessi tifosi del Napoli, che magari avrebbero sperato e immaginato di vincere, ma non in maniera cosi netta. Una brutta Atalanta si è andata a schiantare contro un Napoli praticamente quasi perfetto.

  1. La Roma è cambiata

È vero, contro il Benevento una squadra come la Roma dovrebbe (almeno sulla carta) vincere senza fare fatica. Ma quella di ieri sera, seppure contro una neopromossa dalla Serie B, dice molto sugli umori in casa Roma, che dopo essere andata sotto di un goal, è riuscita a ribaltare e a portare a casa i tre punti con un sonoro cinque a due. Appena qualche mese fa, le cose sarebbero andate molto diversamente. E chi criticava Edin Dzeko per il goal mangiato contro l’Udinese si sarà sicuramente mangiato già le parole.

 

Per favore supportaci e metti mi piace!!

Autore dell'articolo: Matteo Paniccia

Avatar