Si torna a scuola guida

Si torna a scuola guida, ecco come

intopic.it feedelissimo.com    
 

Si torna a scuola guida, ecco come. Motori accesi per le autoscuole d’Italia con la ripresa dell’attività di formazione pratica e teorica

Fase 2 a pieno regime: dallo scorso 20 maggio si torna a scuola guida dopo lo stop forzato causa Codiv-19; una ripresa ovviamente sempre ne rispetto delle regole anti contagio.

Dunque sia gli esami teorici che pratici riprenderanno in Italia eccetto in quelle zone che dovessero registrare ancora alti rischi di contagio.

Autoscuole aperte ma tenendo conto delle linee guida poste in essere dal Ministero dei Trasporti

Il Ministero infatti ha stabilito regole sia per le prove teoriche sia per quelle pratiche; in tal senso per l’esame di teoria sarà necessario, oltre all’uso dei Dpi:

  • Limitare il coefficiente di riempimento delle aule esami prevedendo l’accesso di candidati tale da garantire un rapporto superfice aula/n. candidati + 1 (esaminatore) non inferiore a 4mq/occupante (distanziamento);
  • Organizzare sessioni di igienizzazione straordinaria tra ciascun turno d’esame per la disinfezione di monitor, scrivanie, eventuali schermi parafiato, maniglie, bagni;
  • Differenziare i percorsi di ingresso ed uscita dall’aula e dall’edificio esami.

Per la pratica invece, differenti sono le regole a seconda della categoria:

A e D

La non presenza del candidato a bordo, nel caso degli esami di categoria A, e le dimensioni dell’abitacolo, nel caso degli esami di categoria D, rendono sufficiente prevedere il rigoroso e continuativo utilizzo dei DPI.

B

La presenza contemporanea di tre persone all’interno del veicolo e raccomanda la contemporanea occupazione non possa superare i 15 minuti; scaduti i quali sarà necessario procedere al completo ricambio dell’aria e alla igienizzazione dello stesso prima di continuare la prova.

C

Qualora i veicoli utilizzati per l’esame siano del tipo con “cabina allungata” e doppia fila di posti a sedere, gli accorgimenti da seguire saranno gli stessi indicati per gli esami di guida per le patenti di categoria B.

Qualora, invece, i veicoli adibiti alla prova di guida fossero del tipo a “cabina corta” con singola fila di posti a sedere, sarà necessario operare in modalità “esami di guida su strada per patenti di categoria A”.

Articoli simili: Linee guida per le palestre

 

 
Grazie al nostro canale Telegram potete rimanere aggiornati sulla pubblicazione di nuovi articoli di WebMagazine24
 

Autore dell'articolo: Francesca DI Giuseppe

Avatar
Francesca Di Giuseppe, nata a Pescara il 27 ottobre 1979, giornalista e titolare del blog Postcalcium.it. Il mio diario online dove racconto e parlo a mio della mia passione primaria: il calcio Laureata in Scienze Politiche presso l’Università degli Studi di Teramo con una tesi dedicata al calcio femminile. Parlare di calcio è il mezzo che ho per assecondare un’altra passione: la scrittura che mi porta ad avere collaborazioni con diverse testate giornalistiche regionali e nazionali.