Singapore F1: orari TV Sky e Rai del GP a Marina Bay

Singapore F1: orari TV Sky e Rai del GP a Marina Bay

         
Iscriviti al Feed di Webmagazine24.it intopic.it feedelissimo.com Segnala a Zazoom - Blog Directory
 

La Formula 1 abbandona il continente europeo per questo 2017 con il Gran Premio d’Italia, dove abbiamo visto uno strapotere della Mercedes sui circuiti di motore, come già ci si aspettava. La prossima tappa è Singapore, una pista completamente all’opposto di quella italiana che si snoda nel complesso cittadino della città, misto ad un paio di rettilinei di media velocità.

A Singapore, la Ferrari cercherà il riscatto, soprattutto perché è una pista favorevole al passo corto. La Mercedes, dopo i risultati “deludenti” di Ungheria e Monaco, non starà di certo a guardare. Red Bull, dal canto suo, punterà sull’ottima carrozzeria per fare bene su questa pista.

Orari GP Singapore

Per il GP di Singapore, la Rai, insieme a Sky, trasmetterà tutte le fasi del GP in diretta.

Il weekend inizia venerdì 15 Settembre con le prime due sessioni di prove libere. Le FP1 si terranno alle ore 10.30, le FP2 alle 14.30. Entrambi gli appuntamenti saranno trasmessi su Rai Sport e Sky F1.

Sabato 16 Settembre, si terranno l’ultima sessione di prove libere alle 12.00 (Rai Sport e Sky F1) e le tre manche di qualifica a partire dalle ore 15.00 su Rai 2 e Sky F1.

Domenica 17 Settembre la gara prenderà il via alle ore 14.00. La diretta sarà trasmessa su Rai 1 e Sky F1. Non solo, ma gli utenti Rai, potranno seguire la gara anche su smartphone, tablet e computer sul sito Rai Play (su smartphone e tablet si scarica l’app omonima dal proprio store).

Per gli utenti Sky, potranno seguire la gara su dispositivi portatili grazie a Now TV e Sky Go.

Singapore: informazioni sul circuito

Il circuito si Singapore è stato inaugurato nel 2008, e viene anche chiamato circuito di Marina Bay. È stato progettato da Hermann Tilke, Il tracciato è costituito da 23 curve, si gira in senso antiorario ed è il Gran Premio più lungo del mondiale. Questo è dovuto alla bassa velocità di percorrenza.

Il GP di Singapore ha segnato la svolta della Formula 1: è stato il primo GP a disputarsi in notturna con l’ausilio di luci artificiali. Nel 2008, anno d’esordio, sono state registrate così tante vendite che il sistema telematico per la vendita dei biglietti andò in tilt registrando il tutto esaurito già dal venerdì.

Il primo anno, il circuito era caratterizzato furono riscontrati diversi problemi, tra cui qualità della pavimentazione, non perfetta e cordoli troppo alti. Precisamente, furono proprio i piloti a lamentarsi a riguardo. L’entrata della pilane era molto pericolosa, perché prima del traguardo c’è una doppia curva, in cui il pilota quando doveva entrare ai box, si trovava in piena traiettoria.

Nel 2009, sono state apportate modifiche alle curve 1-2-3 per favorire i sorpassi. Lo stesso è stato fatto alla curva 10, dove i cordoli alti, hanno causato degli incidenti ed è stata modificata la linea guida che porta all’ingresso ai box. Ora, c’è una vera e propria strada sulla sinistra che è delimitata dai cordoli e parte prima delle ultime due curve finali.

L’impianto di illuminazione è stato costruito da una ditta italiana, la Valerio Maioli Spa, e secondo i dati, consuma un terzo di quello che consuma l’impianto di Abu Dhabi. Quest’ultimo, è anche meno luminoso del 38%.

Nel 2013, invece, è stata completamente eliminata la chicane presente in curva 10, la Sling. Essa è stata rimpiazzata da un’unica curva a sinistra. Ciò ha consentito di alzare la velocità media del giro.

A tal proposito, come già è stato detto, questo è il GP che dura più di tutti. La percentuale che entra la Safety Car è altissima e ogni GP a Singapore si è sempre concludo quasi al ridosso delle due ore di gara. Inoltre, l’umidità ha una percentuale prossima al 90% e ciò rende la gara ancora più faticosa. Lewis Hamilton ha dichiarato che la fatica fatta a Singapore è esattamente il doppio rispetto a quella fatta a Montecarlo.

 

 

Autore dell'articolo: Cesare Di Simone

Passione sfrenata per tutto ciò che è tecnologico utente di lungo corso Android e sostenitore di tutto ciò che è open-source e collateralmente amante del mondo Linux. Amante della formula uno e appassionato dell'occulto. Sono appassionato di oroscopo mi piace andare a vedere cosa dicono le stelle quotidianamente.