indennizzo per cessazione attività commerciale

Torna l’indennizzo per cessazione attività commerciale

intopic.it feedelissimo.com  
 

Torna l’indennizzo per cessazione attività commerciale. Soddisfazione da parte di Confesercenti per la decisione prevista nella nuova Legge di bilancio

La Legge, art. 1 comma 283 ha rifinanziato l’indennizzo per cessazione attività commerciale e da Confesercenti un sospiro di sollievo: “Finalmente si è fatta la cosa giusta”.

La Finanziaria prevede l’attribuzione dell’indennizzo ai commercianti che, al momento della domanda, abbiano 62 anni (uomini) e 57 anni (donne) con almeno 5 anni di contribuzione Inps.

Confesercenti in merito al ripristino dell’indennizzo per cessazione attività commerciale dichiara:

Dopo due anni di battaglie, la Legge di Bilancio ha finalmente ripristinato una misura di “pensionamento anticipato” per gli imprenditori del commercio, meglio nota come rottamazione delle licenze.

Una vittoria importante per le imprese che, nonostante la sospensione dell’indennizzo dal 2016, hanno continuato per tutto il tempo a finanziare il Fondo necessario.

Il ripristino è un atto a sostegno dell’equità sociale, una forma di welfare autofinanziata dai commercianti per i lavoratori indipendenti del commercio.

E’ infatti destinata a tutti coloro che esercitano, in qualità di titolari o collaboratori:

  • l’attività commerciale al minuto in sede fissa o ambulante,
  • ai gestori di bar e ristoranti e agli agenti,
  • rappresentanti di commercio.

Una “quota 100” che non costa nulla allo Stato e che permetterà ai commercianti che hanno chiuso ad un passo dalla pensione di non rimanere “esodati” dalla crisi.

Ma cos’è l’indennizzo per cessazione attività commerciale e come funziona?

Può essere definito un bonus che viene riconosciuto ai titolari o collaboratori di attività commerciali che cessano la licenza di attività commerciale per il raggiungimento della pensione.

Il bonus spetterà alle chiusure avvenute del 1° gennaio 2019 sino all’esaurimento delle risorse (non è stata prevista una data di scadenza).

L’importo spettante è di 513,01 euro ce sarà corrisposto per 13 mensilità del 2019.

La domanda può essere presentata:

  • al servizio online dell’Inps;
  • tramite il numero verde dell’Inps 803164 oppure allo 06 164164;
  • attraverso l’ufficio di patronato zonale.
 
Grazie al nostro canale Telegram potete rimanere aggiornati sulla pubblicazione di nuovi articoli di WebMagazine24
 
 

Articoli consigliati:


Autore dell'articolo: Francesca DI Giuseppe

Avatar
Francesca Di Giuseppe, nata a Pescara il 27 ottobre 1979, giornalista e titolare del blog Postcalcium.it. Il mio diario online dove racconto e parlo a mio della mia passione primaria: il calcio Laureata in Scienze Politiche presso l’Università degli Studi di Teramo con una tesi dedicata al calcio femminile. Parlare di calcio è il mezzo che ho per assecondare un’altra passione: la scrittura che mi porta ad avere collaborazioni con diverse testate giornalistiche regionali e nazionali.