Premio alla nascita 2019 800€

Premio alla nascita 2019: 800€ di Bonus per la Mamma

intopic.it feedelissimo.com  
 

Premio alla nascita 2019: 800€ di Bonus per te, Mamma! ecco come ottenerli

 

Roma, 29 Gennaio 2019 – Per le donne in dolce attesa e le mamme c’è il Premio alla nascita 2019 di 800€.

👶 🐦


Premio alla nascita 2019Già a partire dal 1° Gennaio 2017 per le Mamme, e le future tali, la normativa prevede un bonus a sostegno del reddito. Scopriamo, dunque, insieme quali sono le condizioni che devono essere soddisfatte affinché una Mamma possa ricevere il Premio alla nascita (conosciuto come Bonus Mamma).



Premio alla nascita 2019 (Bonus Mamma): come ricevere gli 800€

Il Premio alla nascita 2019 (anche detto Bonus Mamma 2019) prevede un’erogazione a sostegno del reddito pari a 800,00 euro, in unica soluzione.

Il primo parametro da prendere in considerazione è l’ISEE, che non deve essere superiore a 25mila euro annui.

Per ricevere l’importo, corrisposto dall’INPS, è necessario che nel 2019 si verifichi una delle seguenti condizioni:

  • nascita;
  • adozione (o affidamento pre-adottivo);
  • compimento del settimo mese (inizio dell’ottavo mese) di gravidanza.

Nello specifico l’importo di 800 euro viene erogato seguendo una delle seguenti modalità:

  • bonifico domiciliato presso ufficio postale;
  • accredito su conto corrente bancario;
  • accredito su conto corrente postale;
  • libretto postale;
  • carta prepagata con IBAN.

Per tutti i pagamenti, eccetto bonifico domiciliato presso ufficio postale, è richiesto il codice IBAN. Se la scelta effettuata fosse la richiesta di accreditamento su coordinate IBAN, sarebbe necessario inviare il modello SR163; per quest’ultimo l’INPS ha previsto un servizio online dedicato.


Attenzione ‼ Il Premio alla nascita non concorre alla formazione del reddito complessivo (art.8 T.U.I.R.).


👶 🐦

Per ricevere il Premio alla nascita 2019 (Bonus Mamma) deve verificarsi uno dei seguenti eventi

Le gestanti e madri devono essere regolarmente residenti in Italia e poi deve verificarsi uno degli eventi:

  • compimento del settimo mese di gravidanza (inizio dell’ottavo mese);
  • parto, anche se antecedente all’inizio dell’ottavo mese di gravidanza;
  • adozione nazionale o internazionale del minore, disposta con sentenza divenuta definitiva ai sensi della legge 4 maggio 1983, n. 184;
  • affidamento pre-adottivo nazionale disposto con ordinanza ai sensi dell’art. 22, c. 6, l. 184/1983 o affidamento pre-adottivo internazionale ai sensi dell’art. 34, l. 184/1983.

Il beneficio è concesso in un’unica soluzione per ogni figlio nato, adottato, affidato o gravidanza al settimo mese compiuto.

👶 🐦

Per ricevere il Premio alla nascita 2019 (Bonus Mamma) bisogna presentare la domanda

La domanda va presentata dopo il compimento del settimo mese di gravidanza, certificata dal medico del Servizio Sanitario Nazionale ed attestante la data presunta del parto; inoltre, la domanda deve essere presentata, improrogabilmente, entro un anno dalla nascita, adozione o affidamento.

Se è stata già presentata la domanda al compimento del settimo mese di gravidanza non se ne dovrà ripresentare un’altra dopo la nascita; quindi analogamente, se è stato già richiesto il beneficio per l’affidamento pre-adottivo non si dovrà richiedere, nuovamente, in occasione della adozione.

Nel caso di parto plurimo con domanda già presentata, se ne dovrà presentare un’altra anche alla nascita, con l’inserimento dei dati relativi ai neonati.

La domanda può essere presentata anche se, pur avendo maturato i sette mesi di gravidanza, la gestante non abbia portato a termine la gravidanza; anche in questo caso si dovrà essere allegare la documentazione comprovante l’evento.

Le cittadine extracomunitarie regolari che, in precedenza, hanno presentato domanda poi respinta in applicazione delle circolari INPS:

possono chiedere il riesame utilizzando il modello allegato al messaggio 13 febbraio 2018, n. 661, come da ordinanza 6019/2017 del Tribunale di Milano; quindi per la richiesta si farà riferimento alla struttura INPS territorialmente competente, che valuterà la sussistenza dei requisiti.

👶 🐦

Per ricevere il Premio alla nascita 2019 (Bonus Mamma) bisogna inviare la domanda con le seguenti modalità

La domanda deve essere presentata all’INPS tramite:

  • servizi telematici accessibili direttamente dal portale, che consente anche la consultazione delle domande già trasmesse e l’accesso ad altri servizi;
  • Contact Center (numero 803 164, gratuito da rete fissa, oppure 06 164 164 da rete mobile);
  • enti di patronato, tramite i servizi telematici offerti dagli stessi.

👶 🐦

Per ricevere il Premio alla nascita 2019 (Bonus Mamma) bisogna allegare la seguente documentazione per certificare lo stato di gravidanza

La richiedente dovrà indicare alternativamente una delle seguenti opzioni:

  • numero di protocollo telematico del certificato rilasciato dal medico SSN o medico convenzionato ASL;
  • indicazione che il certificato sia già stato trasmesso all’INPS per domanda relativa ad altra prestazione connessa alla medesima gravidanza;
  • per le sole madri non lavoratrici è possibile indicare il numero identificativo a 15 cifre e la data di rilascio di una prescrizione medica emessa da un medico del SSN o con esso convenzionato, con indicazione del codice esenzione compreso tra M31 e M42 incluso. La veridicità di tale autocertificazione sarà verificata dall’INPS presso le competenti amministrazioni.

👶 🐦

Il Premio alla nascita 2019 (Bonus Mamma): permesso di soggiorno per cittadine extracomunitarie

Le cittadine extracomunitarie regolarmente presenti in Italia, nel rispetto dall’articolo 1, comma 353, legge 11 dicembre 2016, n. 232, dovranno indicare il possesso del permesso di soggiorno; dunque ha valenza quanto stabilito dalle circolari INPS 27 febbraio 2017, n. 39 e 16 marzo 2017, n. 61, ovvero si indicherà il titolo di soggiorno, inserendone gli estremi nella domanda telematica (numero identificativo attestazione; autorità che lo ha rilasciato; data di rilascio; termine di validità).

👶 🐦

Il Premio alla nascita 2019 (Bonus Mamma): parto già avvenuto

La madre dovrà auto-certificare nella domanda:

  • la data del parto;
  • poi le generalità del bambino (codice fiscale), ovvero le informazioni che si rendano necessarie per accedere al beneficio.

👶 🐦

Il Premio alla nascita 2019 (Bonus Mamma): adozione o affidamento nazionale

Per attestare la data di adozione, affidamento, ingresso in famiglia è necessario indicare i dati presenti nel provvedimento di adozione o affidamento emesso dell’autorità competente. Oppure è possibile allegare copia digitalizzata del provvedimento stesso al fine di consentire l’individuazione dei citati elementi.

👶 🐦

Il Premio alla nascita 2019 (Bonus Mamma): adozione o affidamento internazionale

La Commissione per le Adozioni Internazionali (CAI) rilascia un’autorizzazione utile anche alla compilazione della domanda e quindi a certificare la data di ingresso in Italia. In alternativa si ha facoltà di allegare copia digitalizzata dell’autorizzazione stessa o la dichiarazione sostitutiva. È possibile allegare dichiarazione sostitutiva dell’autorizzazione.

👶 🐦

Il Premio alla nascita 2019 (Bonus Mamma): ingresso in famiglia

Per attestare la data di ingresso in famiglia si chiede di allegare copia digitalizzata del certificato dell’ente autorizzato a curare la procedura di adozione.

👶 🐦

Il Premio alla nascita 2019 (Bonus Mamma): adozione pronunciata nello stato estero

Al momento della domanda, bisogna disporre dei dati presenti nel provvedimento di trascrizione nei registri dello stato civile relativo all’adozione ed emesso dallo stato estero; invece, come alternativa si ha la facoltà di allegare copia digitalizzata del provvedimento stesso al fine di consentire l’individuazione degli elementi utili per la domanda.

👶 🐦

Il Premio alla nascita 2019 (Bonus Mamma): abbandono o affido esclusivo al padre

Bisogna indicare, al momento della domanda, gli elementi indispensabili per il reperimento delle informazioni o dei dati presenti nel provvedimento emesso dall’autorità competente (tipologia, numero, data, autorità che ha emesso il provvedimento). Inoltre è possibile allegare la copia digitalizzata del provvedimento stesso.

Rimane ferma la possibilità di auto-certificare la data di trascrizione del provvedimento e il comune nei cui registri di stato civile il provvedimento stesso è stato trascritto.

Accedi al servizio INPS

Altri articoli di economia nella pagina dedicata del sito.

 
Grazie al nostro canale Telegram potete rimanere aggiornati sulla pubblicazione di nuovi articoli di WebMagazine24
     
 
 

Articoli consigliati:


Autore dell'articolo: Paolo Di Sante

Avatar
Ogni giorno genitori danno tutto per la famiglia, lavoratori si sacrificano per lo stipendio, disoccupati cercano disperatamente lavoro, imprenditori e professionisti cercano di mandare avanti l'attività. E poi c'è l'Italia, un paese intasato di burocrazia e norme che sembrano remare contro chi si alza la mattina per affrontare la giornata. Tutto ciò ha mosso in me la voglia di pubblicare studi, ricerche ed appunti che sono frutto di oltre un ventennio di lavoro: adempimenti fiscali, civilistici ed amministrativi; servizi alle aziende ed alle persone in campo amministrativo e finanziario. Credo che la diffusione delle informazioni porti equità sociale. Il mio motto preferito: "l'unione fà la forza".