Vettel parla del rapporto con Binotto

Vettel parla del rapporto con Binotto. Le dichiarazioni del pilota

         
Iscriviti al Feed di Webmagazine24.it intopic.it feedelissimo.com Segnala a Zazoom - Blog Directory
 

Vettel parla del rapporto con Binotto e lo fa in un’intervista rilasciata al Corriere della Sera. Il tedesco non serba rancore nonostante quella chiamata che comunicava il mancato rinnovo del contratto per la prossima stagione. La chiamata arriva a Mondiale non ancora partito e cambia così le carte in tavola. Per il tedesco infatti, la stagione si fa difficile, ma ormai mancano pochi Gran Premi e le due strade si separeranno definitivamente, almeno per i prossimi anni.

 

 

Vettel parla del rapporto con Binotto

Vettel si è così espresso al Corriere della Sera sul suo rapporto con Binotto: “Non mi sono sentito tradito all’epoca e oggi il rapporto è buono, è professionale. Sono abbastanza ‘anziano’ per capire e accettare le decisioni. Ho avuto un lungo periodo per riflettere sul dopo. Non porto rancore, non sono il tipo”.

Vettel ha aggiunto: “L’anno scorso non c’è stata progressione e quest’anno è stato ancora più complicato per diverse ragioni. Eppure abbiamo spinto tanto per tornare competitivi. Io non ragiono così, sugli alti e i bassi: sono stato parte di questa squadra per sei anni ed ero il primo a voler dare una mano per recuperare”.

Sulle difficoltà riscontrate nel corso di questa stagione ha chiosato: “Lo stile di guida che serve per una vettura non è un problema, un pilota si adatta. Di certo la mia uscita dal team non ha agevolato, non era la stessa situazione di prima. Eppure ci provavo, soffrivo in qualifica e poi in gara restavo bloccato nel traffico. Ma anche quest’esperienza mi ha fatto crescere, ora sono molto più positivo rispetto a 4-5 mesi fa”.

Vettel correrà la prossima stagione con l’Aston Martin e si lascerà alle spalle sei anni di grande “amore e odio” con la scuderia di Maranello. Non resta che seguire la prossima stagione per scoprire quali risultati riuscirà ad ottenere il pilota tedesco.

 

Autore dell'articolo: Chiarella Serra