Whatsapp screenshot

Whatsapp ritarda la politica di condivisione dei dati con Facebook

 

WhatsApp ha aggiornato la sua politica sulla privacy la scorsa settimana. Hanno spiegato che avrebbero imposto la condivisione dei dati degli utenti con Facebook. La mossa ha portato a un esodo di massa, con gli utenti che si sono riversati su Signal e Telegram. Signal in realtà è inattivo in questo momento a causa dell’afflusso di utenti che passano da WhatsApp e Telegram ha rivelato di aver raccolto 25 milioni di nuovi utenti nel corso dell’ultima settimana. Per limitare ulteriormente i danni, WhatsApp ritarda l’applicazione della nuova politica sulla privacy. La politica doveva entrare in vigore l’8 febbraio e WhatsApp ha ora dichiarato che la data è stata posticipata al 15 maggio.

A quel punto, WhatsApp afferma che “chiarirà la disinformazione” su come funzionano la privacy e la sicurezza sulla sua piattaforma. In questo modo gli utenti avranno una migliore comprensione dei dati che verranno condivisi con Facebook. “Stiamo posticipando la data in cui alle persone verrà chiesto di rivedere e accettare i termini. A nessuno verrà sospeso o eliminato il proprio account l’8 febbraio. Faremo anche molto di più per chiarire la disinformazione su come funzionano la privacy e la sicurezza su WhatsApp. Andremo quindi dalle persone per rivedere gradualmente la politica al proprio ritmo prima che nuove opzioni di business siano disponibili il 15 maggio“.

Whatsapp ritarda i nuovi termini di contratto con Facebook

Molti dei problemi che WhatsApp ha dovuto affrontare erano di sua creazione. La piattaforma offriva ben pochi chiarimenti sulla politica di condivisione dei dati di Facebook. Solamente quando gli utenti hanno migrato verso altre piattaforme, Whatsapp ha effettivamente chiarito le informazioni che sarebbero state condivise. WhatsApp dice che non condividerà i tuoi contatti con il noto social network, né potrà accedere ai dettagli della tua posizione.

Molti utenti hanno scoperto per la prima volta l’associazione di WhatsApp a Facebook a causa del cambiamento di politica. Anche se WhatsApp non condividerà i dati degli utenti con Facebook, molti utenti metteranno in dubbio la loro fiducia nella piattaforma. Dovranno percorrere una lunga strada per riconquistare quella fiducia.

Via

Fonte immagine copertina: Pixabay

 

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere informato iscriviti al nostro Canale Telegram o
seguici su Google News
.
Inoltre per supportarci puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, se vuoi
segnalare un refuso Contattaci qui .


Autore dell'articolo: Francesco Menna

Mi chiamo Francesco, classe 96. Laureato in Ingegneria Meccanica e studente alla magistrale di Ingegneria Meccanica per l'Energia e l'Ambiente alla Federico II di Napoli. Passione sfrenata per tutto ciò che ha un motore e va veloce. Per info e collaborazioni inviare una mail a framenna96@gmail.com