Wout van Aert frenato

Wout van Aert frenato dalla caduta di Dumoulin. Le dichiarazioni

         
Iscriviti al Feed di Webmagazine24.it intopic.it feedelissimo.com
 

Wout van Aert frenato dalla caduta di Dumoulin nella seconda frazione del Tour de France. Per il corridore è sfumata un’opportunità in queste prime frazioni della Grande Boucle. Il vincitore dell’ultima edizione delle Strade Bianche e della Milano-Sanremo ha tagliato il traguardo della seconda tappa con ben due minuti di ritardo rispetto al vincitore Julian Alaphilippe (Deceuninck-Quickstep). Wout ha così perso la possibilità di ottenere un’ipotetica vittoria di tappa. Questo è successo perchè il corridore ha scelto di fermarsi ad aiutare il compagno di squadra Tom Dumoulin, dopo una caduta per uno scontro  con Michal Kwiatkowski (Ineos Grenadiers).

Certo, siamo solo agli inizi di questo entusiasmante Tour de France e per tutti i corridori le porte sono ancora aperte per conquistare la maglia gialla e la vittoria del Tour de France. Chi conquisterà la terza frazione che si correrà oggi lunedì 31 agosto. Alaphilippe riuscirà a mantenere la maglia gialla anche al termine di questa terza frazione? Non resta che continuare a seguire la corsa per scoprire tutti gli sviluppi.

 

Wout van Aert frenato dalla caduta, di Dumoulin, le parole del corridore

Van Aert ha spiegato a Dh in merito alla situazione: “Ho sempre detto che sono qui per aiutare i miei leader e non per pensare alle mie personali opportunità”.

Al riguardo  ha detto anche la sua Maassen, il direttore sportivo: “L’incidente di Tom è stato un problema per noi .Come risultato, infatti, abbiamo perso Wout che ha aiutato Tom a rimettersi in piedi. Non credo comunque che avremmo potuto competere per la vittoria perché non c’era più nessuno a inseguire i tre davanti. Il piano era di finire nel primo gruppo con Primoz e Tom e ci siamo riusciti. Abbiamo avuto il controllo tutto il giorno e non abbiamo fatto nulla di folle. In questo senso la tappa è andata bene”.

 

Per favore supportaci e metti mi piace!!

Autore dell'articolo: Annamaria Sabiu

Avatar