Froome lascia il Team Ineos?

Froome lascia il Team Ineos? La situazione

         
Iscriviti al Feed di Webmagazine24.it intopic.it feedelissimo.com Segnala a Zazoom - Blog Directory
 

Chris Froome lascia il Team Ineos? Questo è l’interrogativo nato negli ultimi giorni e circolato sul web. Il corridore britannico è in scadenza di contratto proprio nel 2020 e allo stato attuale non si vocifera di alcun rinnovo. Il corridore è tornato a prepararsi atleticamente per poter affrontare il nuovo calendario delle corse. Infatti, vuole conquistare il quinto titolo al Tour de France. Ricordiamo che il britannico ha in bacheca già quattro vittorie nella Grande Boucle. Proprio la ricerca di questo quinto titolo, potrebbe essere la causa della discordia e della separazione dal team. Froome rientra da un infortunio importante e la sua leadership potrebbe essere messa in discussione dalla presenza di Geraint Thomas e da quella di Egan Bernal. I due corridori hanno vinto rispettivamente l’edizione 2018 e 2019. Proprio Bernal ha affermato di voler vincere il secondo titolo di fila.

Chris Froome lascia il Team Ineos? Le dichiarazioni

Le indiscrezioni sul futuro di Chris Froome lontano dal team Ineos sono tante, ma il corridore resta concentrato per il suo prossimo obiettivo: la maglia gialla del Tour de France con vittoria finale. Il britannico è stato contattato dal sito Cyclingnews in merito al suo futuro, ma non si è sbilanciato più di tanto. Froome ha affermato:  “Sono estremamente fiducioso dopo il mio recupero. Resto convinto di poter tornare a vincere al Tour e non ho intenzione di ritirarmi presto. Penso addirittura che l’incidente mi abbia dato nuovi stimoli e ho lavorato ancora più duramente per tornare ai miei livelli. Mercato? Non so ancora quale sarà la mia squadra dopo il 2020”. 

Manca ancora qualche mese al Tour de France, visto che si disputerà tra la fine di agosto e il mese di settembre. Non resta quindi che attendere l’inesorabile scorrere del tempo per scoprire sia se Froome vincerà il quinto titolo al Tour, sia quale sarà il futuro del corridore.

Autore dell'articolo: Annamaria Sabiu