Peter Sagan sarà al Giro d'Italia

Peter Sagan sarà al Giro d’Italia

intopic.it feedelissimo.com  

Peter Sagan sarà al Giro d’Italia. La corsa rosa si correrà nel mese di ottobre per via della rivoluzione del calendario comportata dall’emergenza sanitaria. Lo slovacco quindi correrà per la prima volta il Giro d’Italia (in programma dal 3 al 25 ottobre), subito dopo aver preso parte al Tour de France (in programma dal 29 agosto al 20 settembre). Il corridore si trova allo stato attuale in ritiro con la squadra in Austria. L’impegno per correre la corsa rosa l’ha preso lo scorso inverno con la sua squadra. A darne conferma ufficiale è proprio il team manager della Bora – hansgrohe, escludendo così ogni possibilità che Sagan possa correre Giro delle Fiandre e Parigi – Roubaix, oltre alle altre grandi corse del pavé. Al riguardo Ralph Denk a VeloNews ha spiegato: “Ho dato la mia parola.E anche Peter. Ci siamo stretti la mano e questo per me significa qualcosa. È per questo che manterremo il nostro accordo di partecipare al Giro”.

I tifosi sono pronti per gustarsi le emozioni dei corridori.

Peter Sagan sarà al Giro d’Italia. Gli altri obiettivi

In una stagione del tutto anomala per via del Covid-19, i corridori hanno riprogrammato il loro calendario. Ognuno ha scelto i proprio obiettivi e vista la sovrapposizione tra Giro d’Italia e Vuelta, alcune scelte sembrano del tutto obbligate. Tra i corridori c’è anche Peter Sagan che ha fatto scelte importanti. Lo slovacco correrà infatti per la prima volta in carriera il Giro d’Italia. Ciò non significa che rinuncerà al Tour de France. Nel suo programma vi sono anche Strade BiancheMilano – Torino e Milano – Sanremo . Correrà inoltre il Giro del Delfinato per affinare la forma fisica in vista della Grande Boucle. Sarà presente anche al Mondiale di Aigle – Martigny, appuntamento che precederà il Giro d’Italia. Non resta quindi che attendere ancora qualche mese per vedere Peter Sagan nelle strade della penisola italiana.

Fonte foto: https://www.facebook.com/PeterSagan/

Autore dell'articolo: Annamaria Sabiu

Avatar