5G e cardiochirurgia

5G e cardiochirurgia: la robotica applicata alla medicina

intopic.it feedelissimo.com  
 

5G e cardiochirurgia: la robotica applicata alla medicina. A quanto pare, l’innovazione tecnologica può essere utile anche in campo medico e sanitario. Infatti la linea 5G è stata al centro dell’attenzione nel settore della sanità. Molti si chiederanno quale potrebbe essere la connessione tra la medicina e la linea di ultima generazione. Lo scopriamo subito.

Linea 5G significa velocità e innovazione. Dunque, cosa c’è di migliore nel settore sanitario se non velocizzare il più possibile i tempi? Grazie all’utilizzo della linea di ultima generazione un medico può visitare e operare a distanza un paziente.

5G e cardiochirurgia, l’esperienza del Direttore Francesco Musumeci

Francesco Musumeci, Direttore del centro di cardiochirurgia del San Camillo di Roma, ha raccontato quanto sia importante l’innovazione tecnologica in campo medico. Infatti, la TIM ha chiesto l’ausilio del Direttore Musumeci di essere il protagonista di un importante spot. Nel corso del breve video viene spiegata appunto l’importanza e come funziona la linea 5G in ambito cardio-chirurgico.

“Oggi già operiamo usando la tecnologia robotica. Io ho avuto il privilegio di effettuare decine di interventi sul cuore. Grazie ai robot infatti ci sono numerosi vantaggi: si può ingrandire fino a 10 volte la zona di interesse e si possono effettuare movimenti con le braccia meccaniche più precisi e raffinati. Inoltre il robot, a differenza dell’uomo il cui polso permette solo movimenti limitati, può ruotare a 360 gradi”.

Queste sono state le importanti parole rilasciate dal Direttore del centro di cardiochirurgia del San Camillo di Roma. Questo rappresenta un grande passo avanti. Infatti, i pazienti potranno essere operati dai più grandi medici chirurghi anche a chilometri di distanza.

L’importanza di monitorare alcuni pazienti

Grazie alla linea 5G i medici potranno garantire ai pazienti una migliore assistenza. Altro aspetto importantissimo riguarda il monitoraggio di coloro i quali devono sottoporsi quotidianamente a cure specifiche. Il Direttore Musumeci prende come esempio i diabetici o i cardiopatici:

“Grazie all’Intelligenza Artificiale e ai Big Data noi possiamo essere di maggior aiuto alle persone. Le faccio un esempio nel mio campo: un cardiopatico o un paziente diabetico deve tenere sotto controllo numerosi parametri. Con il 5G sarà possibile monitorarli a distanza grazie a sensori specifici che rimandano i valori raccolti a un centro diagnostico. Le analisi saranno incrociate grazie all’Intelligenza Artificiale e ai Big Data e dove venissero identificate anomalie saremmo pronti a intervenire”.

Oggi, tutto ciò non è possibile in quanto i pazienti con questo tipo di patologia devono necessariamente recarsi negli ospedali per controllare i parametri. Insomma, l’innovazione tecnologica può essere di grandissimo aiuto, sia per i medici sia per la qualità della vita dei pazienti.

Fonte foto di copertina: pixabay

Leggi anche Stampa 3D di pelle e ossa per futuri astronauti

 
Grazie al nostro canale Telegram potete rimanere aggiornati sulla pubblicazione di nuovi articoli di WebMagazine24
     
 
 

Articoli consigliati:


Autore dell'articolo: Emanuela Acri

Avatar
Grafica pubblicitaria, appassionata di tecnologia e sport.