Addio Andy Anderson: gli intramontabili The Cure

Addio Andy Anderson: gli intramontabili The Cure

         
Iscriviti al Feed di Webmagazine24.it intopic.it feedelissimo.com Segnala a Zazoom - Blog Directory
 

Addio Andy Anderson: parte di una band storica

Addio Andy Anderson. Presentare una delle band più importanti della storia della musica mondiale è sempre difficile. Ancor più vero è la paura di essere banali; tuttavia ci sono nomi che si raccontano da soli: quello dei The Cure ne è un esempio.

Loro sono tre ragazzi inglesi che nel 1977 cercarono di lasciare un segno nel mondo della musica, e ci riuscirono eccome! A titolo di esempio il loro singolo  Boys don’t cry del 1979 è conosciuto e cantato da moltissimi fan e non anche oggi.

Per quanto riguarda l’esordio, l’album protagonista è “Three Imaginary Boys”.

Addio Andy Anderson: gli intramontabili The Cure

 

Addio Andy Anderson: una male troppo grave

Purtroppo l’ex batterista della band Andy Anderson, qualche giorno fa scrisse su facebook:

“Ciao ragazzi, ho un cancro terminale allo stadio 4 e non c’è modo di tornare indietro, ricopre completamente la parte interna del mio corpo e io sono del tutto a posto e consapevole circa la mia situazione.”

E ancora:

“La chemioterapia e la radioterapia verranno discusse nei prossimi giorni e, fiduciosamente, potrò poi tornare a dirvi nei prossimi giorni il responso.”

Per spiegare meglio chi fosse Andy Anderson c’è bisogno di specificare che lui fece parte dei The Cure dal 1983 al 1984.

Andy arrivò nella band dopo aver collaborato con il cantante Robert Smith, e subito dopo aver lasciato la band ha suonato per artisti famosi compreso Iggy Pop.

Addio Andy Anderson: la brutta notizia e la musica che non muore mai

In ragione della brutta malattia che lo ha colpito il 27 febbraio 2019, Andy Anderson non ce l’ha fatta. Ad annunciarlo sul Twitter è stato Lol Tolhurst, cofondatore del gruppo capitanato da Robert Smith, nonché suo ex compagno di band.

“Andy Anderson era un vero gentiluomo e un grande musicista con un fantastico senso dell’umorismo che ha mantenuto fino alla fine, come fosse un testamento al suo bello spirito nell’ultimo viaggio: siamo stati fortunati a conoscerlo.”

Nonostante tutto la musica dei The Cure continuerà.

Per questa ragione la band festeggerà il trentesimo anniversario dell’album “Disintegration” con quattro concerti in Australia. Tornerà finalmente su un palco italiano durante il Firenze Rocks a giugno.

Fonte: The Cure 1The Cure 2.

Autore dell'articolo: Redazione Webmagazine24