Bevande zuccherate e tumori

Bibite zuccherate e tumori: c’è un legame?

intopic.it feedelissimo.com  
 

Bibite zuccherate e tumori: c’è un legame? Una ricerca francese evidenzia che il loro consumo eccessivo fa crescere del 18% la possibilità di essere colpiti della malattia

Lo studio osservazione condotto da Mathilde Touvier, del centro di ricerca di Epidemiologia e Statistica della Sorbonne Paris Cité e Inserm, dimostrerebbe il legame tra bibite zuccherate e tumori.

La ricerca, pubblicata, sul British Medical Journal, ha coinvolto oltre 10.1000 persone tutte sane all’inizio.

Nel corso del periodo di osservazione invece diagnosticati oltre 2mila casi di cancro.

Gli esperti hanno stimato che per ogni 100 millilitri in più di bibite zuccherate consumati ogni giorno, il rischio di sviluppare un tumore sale del 18%.

In particolare sale del 22% il rischio di sviluppare un cancro al seno.

Nelle conclusioni dello studio dello studio si legge:

I risultati di questo studio, suggeriscono che un maggiore consumo di bevande zuccherate è associato a il rischio di cancro e cancro al seno in generale.

Da notare che in questa ricerca sono stati associati anche i succhi di frutta al 100% con il rischio di cancro in generale.

Questi dati supportano la rilevanza delle raccomandazioni nutrizionali esistenti per limitare il consumo di bevande zuccherate, tra cui il 100% di succo di frutta:

Nonché le azioni politiche, come le restrizioni fiscali e di marketing potrebbero potenzialmente contribuire alla riduzione dell’incidenza del cancro.

Lo studio su tale nesso però ha avuto una precisazione da Assobibe, Associazione di Confindustria che rappresenta le aziende che producono e vendono bevande analcoliche in Italia:

Negli ultimi anni l’industria ha inoltre lavorato, anche in Italia, sull’innovazione di prodotto con un taglio del 20% di zucchero venduto tramite bibite.

L’associazione evidenzia anche che in Italia i consumi sono in calo da oltre 10 anni.

Soltanto l’1% delle calorie giornaliere deriva dal consumo di bibite zuccherate.

Mentre il restante 99% deriva da altri alimenti.

Nei bambini la percentuale inoltre si abbassa allo 0,6% pari a 10 calorie al giorno.

 

 
Grazie al nostro canale Telegram potete rimanere aggiornati sulla pubblicazione di nuovi articoli di WebMagazine24
     
 
 

Articoli consigliati:


Autore dell'articolo: Francesca DI Giuseppe

Avatar
Francesca Di Giuseppe, nata a Pescara il 27 ottobre 1979, giornalista e titolare del blog Postcalcium.it. Il mio diario online dove racconto e parlo a mio della mia passione primaria: il calcio Laureata in Scienze Politiche presso l’Università degli Studi di Teramo con una tesi dedicata al calcio femminile. Parlare di calcio è il mezzo che ho per assecondare un’altra passione: la scrittura che mi porta ad avere collaborazioni con diverse testate giornalistiche regionali e nazionali.