Tumore al seno nelle Marche

Tumore al seno nelle Marche: 1.300 nuovi casi

intopic.it feedelissimo.com  
 

Tumore al seno nelle Marche: previsti 1.300 nuovi casi. La malattia colpisce sempre più le donne della regione ma 8 pazienti su 10 riescono a sconfiggerla

Nel mese della prevenzione quindi il tumore al seno nelle Marche registra un aumento che, grazie a cure più efficaci, viene sconfitto nella maggior parte dei casi.

Dati positivi dunque ma per migliorare ulteriormente i tassi di sopravvivenza va incrementato il numero di diagnosi precoci.

Il 56% delle donne si è infatti sottoposto allo screening mammografico organizzato dalla Regione.

Sono questi alcuni dei temi al centro del convegno inter-regionale Marche-Umbria promosso dall’Associazione Italiana di Oncologia Medica (AIOM) La gestione della paziente con carcinoma mammario.

All’evento è intervenuta anche Rossana Berardi, segretario regionale AIOM Marche e direttore della Clinica Oncologica Ospedali Riuniti di Ancona:

Quello alla mammella è il carcinoma femminile più diffuso in Italia e rappresenta più del 30% di tutti quelli registrati tra le donne.

Ogni anno nelle Marche grazie alle mammografie individuiamo più di 260 nuovi tumori e in totale più dell’80% delle donne si è sottoposta a questo esame salva vita negli ultimi anni.

Sono dati, in linea con la media nazionale, ma che possono essere migliorati.

Grazie agli screening possiamo intervenire tempestivamente su neoplasie di dimensioni ridotte aumentando così le chances di guarigione.

Tumore al seno, nuove cure e scoperte scientifiche

Di questo, nel corso del convegno, ha dunque parlato Vincenzo Catalano, coordinatore regionale AIOM Marche e dirigente Medico Ospedali Riuniti Marche Nord:

Anche per i casi più gravi noi specialisti abbiamo a disposizione nuovi farmaci in grado di rallentare la progressione del carcinoma.

In particolare per la malattia metastatica Ribociclib, una terapia mirata innovativa, ha dimostrato di migliorare significativamente la sopravvivenza globale.

Funziona inibendo due proteine chiamate chinasi ciclina-dipendente 4 e 6 (CDK-4/6) che quando vengono iperattivate.

La ricerca medico-scientifica sta portando a trattamenti sempre più personalizzati per il singolo paziente.  Tutto questo è possibile grazie alle maggiori conoscenze che abbiamo sui meccanismi biologici dei tumori.

In Italia invece qual è la situazione?

Anche nel paese cresce il tumore del seno: in totale per quest’anno i nuovi casi registrati sono 53mila e il numero è destinato ad aumentare a causa dell’invecchiamento generale della popolazione.

Verena De Angelis, coordinatore AIOM Umbria spiega:

La neoplasia femminile risulta fortemente influenzata anche dagli stili di vita.

L’attività fisica è molto importante nell’evitare l’insorgenza in quanto le donne che svolgono regolarmente sport presentano una riduzione del rischio di ammalarsi fino al 20%.

Non vanno sottovalutati anche il ruolo della dieta equilibrata e di un limitato consumo di alcol.

Bastano poco più di 50 grammi di alcol al giorno per determinare un aumento del 50% delle possibilità di contrarre la patologia.

Come Società Scientifica siamo da anni impegnati in campagne educazione per i cittadini d’ogni fascia d’età.

 
Grazie al nostro canale Telegram potete rimanere aggiornati sulla pubblicazione di nuovi articoli di WebMagazine24
     
 
 

Articoli consigliati:


Autore dell'articolo: Francesca DI Giuseppe

Avatar
Francesca Di Giuseppe, nata a Pescara il 27 ottobre 1979, giornalista e titolare del blog Postcalcium.it. Il mio diario online dove racconto e parlo a mio della mia passione primaria: il calcio Laureata in Scienze Politiche presso l’Università degli Studi di Teramo con una tesi dedicata al calcio femminile. Parlare di calcio è il mezzo che ho per assecondare un’altra passione: la scrittura che mi porta ad avere collaborazioni con diverse testate giornalistiche regionali e nazionali.