Carlo Croccolo si è spento

Carlo Croccolo si è spento a 92 anni

intopic.it feedelissimo.com  
 

Lutto nel mondo dello spettacolo. Carlo Croccolo si è spento questa mattina

L’attore e comico napoletano Carlo Croccolo si è spento alle prime luci dell’alba. Il mondo del cinema piange la scomparsa di uno fra gli artisti degli partenopei più noti e rappresentativi.

Carlo Croccolo si è spento nella sua città natia. Una carriera pluridecennale tra cinema, teatro e televisione

Croccolo aveva iniziato la sua carriera negli anni 50 interpretando alla radio la commedia “Don Ciccillo si gode il sole”, in teatro “L’Anfiparnaso”, diretto da Mario Soldati e al cinema il film “I cadetti di Guascogna”. Ha lavorato con tutti i più grandi, da Totò ai fratelli De Filippo, da Vittorio De Sica a Ingmar Bergman.

Attivo sia al cinema, che in teatro, ma anche in televisione, Croccolo aveva intrapreso il suo percorso artistico negli anni Cinquanta. Nel 1989, l’attore ricevette il David di Donatello e il Ciak d’Oro come Miglior Attore non Protagonista per la sua interpretazione nel film “‘O Re” di Luigi Magni.

La carriera da doppiatore

Croccolo ha, contemporaneamente, lavorato anche come doppiatore, prestando, tra gli altri, la sua voce ad Oliver Hardy prima negli anni cinquanta con Fiorenzo Fiorentini e poi negli anni sessanta con Franco Latini.
A partire dal 1957 inoltre ha doppiato Totò in alcune scene realizzate in esterno, dove non era possibile girare in presa diretta e che lo stesso Totò non riuscì a doppiare a causa dei suoi problemi alla vista.

Tra i doppiaggi di Croccolo nei film con Totò si ricordano la voce della baronessa in “Totò diabolicus” e quello nel film “I due marescialli”.

I lavori in televisione

La sua prima apparizione televisiva è del 1956 nello sceneggiato “L’Alfiere”. Successivamente ha partecipato a “Il Musichiere”, nel 1960, e a “Za-bum n.2”, nel 1965. Nel 1977 ha condotto la trasmissione televisiva Il Borsacchiotto. Tra il 1996 e il 1998 ha girato i film televisivi “Dio vede e provvede” e “Come quando fuori piove”.

Nel 2006, 2008 e 2010 torna in tv con la fiction televisiva “Capri” nella parte del pescatore Totonno.

Il teatro

Molto intensa è stata anche la sua attività teatrale. Da ricordare le sue interpretazioni in “La grande magia” di Eduardo De Filippo  e nelle commedie “Rinaldo in campo” e “Aggiungi un posto a tavola”.

I funerali si terranno a Napoli domenica 13 ottobre alle 16 presso la Chiesa San Ferdinando.

Fonte Immagine: La Ringhiera

 
Grazie al nostro canale Telegram potete rimanere aggiornati sulla pubblicazione di nuovi articoli di WebMagazine24
     
 
 

Articoli consigliati:


Autore dell'articolo: Maria D'Argento

Avatar