Crunch effect

Crunch effect: mangiare cibo croccante aiuta a tenersi in forma

 
RSS
Follow by Email
Twitter
Visit Us
Follow Me

Crunch effect, ovvero mangiare cibi croccanti aiuta a tenersi in forma e a non assumere calorie. Il segreto sarebbe racchiuso tutto nell’udito. Secondo una recente ricerca scientifica i cibi croccanti, grazie al loro particolare rumore, aiuterebbero a tenere distratta la mente in fase di masticazione. In questa maniera il nostro organismo non immagazzinerebbe altro cibo e di conseguenza ci sarebbe un maggior senso di sazietà. Le persone sono portate a mangiare di meno se ascoltano il suono della propria bocca durante l’alimentazione.  I suoni provenienti dal cibo sono importanti esperienze sensoriali ma molte volte gli stessi consumatori ne sottovalutano le potenzialità e i benefici.

Crunch effect: lo studio della Colorado State University

Lo studio condotto dai ricercatori della Brigham Young University  e’ stato pubblicato sulla rivista Food Quality and Preference. Alcuni volontari hanno effettuati alcuni esperimenti durante il processo di masticazione.  Coloro che ascoltavano il cibo che masticavano sono stati quelli che hanno consumato un minor numero di snack. Oltre al cibo, si è poi calcolato che questi ultimi hanno consumato anche il 30 % di calorie in meno. A seconda dello snack che si decide di consumare , si possono raggiungere anche i 63 decibel. Una cifra superiore ad un dialogo tra due  persone. La nuova frontiera del cibo, supera anche le barriere di gusto ed olfatto  arrivando anche all’udito. Un cibo croccante viene accolto in maniera positiva dal nostro cervello, producendo maggiore endorfina e quindi riducendo di gran lunga lo stress.

Please follow and like us:
Pin Share
 

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere informato iscriviti al nostro Canale Telegram o
seguici su Google News
.
Inoltre per supportarci puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, se vuoi
segnalare un refuso Contattaci qui .


Autore dell'articolo: Sergio Cimmino

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *