Dieta Miami: come funziona? Ecco il piano dietetico settimanale da seguire

intopic.it feedelissimo.com  
 

Si può davvero dimagrire in soli tre giorni? Ebbene sì grazie alla dieta Miami, un regime alimentare ipocalorico molto diffuso negli Stati Uniti che si rivela un ottimo aiuto per dimagrire in un breve lasso di tempo, senza dover ricorrere a eccessive rinunce, riuscendo così a perdere i chili di troppo. Questo regime dietetico è adatto per coloro che vogliono perdere pochi chili e desiderano semplicemente eliminare il gonfiore addominale e la ritenzione idrica.

Scopriamo in questa guida in che cosa consiste la Dieta Miami, come funziona e qual è il piano dietetico da seguire in soli 3 giorni.

Dieta Miami: in cosa consiste?

La dieta Miami non è adatta per chi è affetto da obesità o per chi soffre di determinate patologie, in questi casi è sempre bene rivolgersi al proprio medico ed evitare le diete fai da te.

Si tratta di un programma alimentare abbastanza ristretto che ha il compito di accelerare il metabolismo moderando drasticamente il consumo di carboidrati e aumentando quello delle proteine.

A confronto di altre diete ipocaloriche, la Miami prevede un consumo limitato di frutta e verdura, riducendo così l’apporto di sali minerali.

Per questo motivo è sconsigliato proseguire questo regime alimentare per oltre tre giorni. Per quanto riguarda le bevande, la dieta Miami consente di bere soltanto acqua naturale ed evitare tutte le bibite contenenti gli zuccheri. Anche il sale deve essere evitato, sostituendolo semplicemente con erbe aromatiche e spezie.

Dieta Miami: programma dietetico per tre giorni

Giorno 1:

Colazione: mezzo pompelmo, una fetta di pane tostato con burro di arachidi o in alternativa un cucchiaino di miele più un caffè.
Pranzo: 100 gr di tonno al naturale, una fetta di pane tostato più un caffè.
Cena: 200 gr di carne bianca, 100 gr di fagiolini, una mela e non oltre 100 gr di gelato alla vaniglia.

Giorno 2:

Colazione: mezza banana, un uovo sodo con una fetta di pane tostato e un caffè.
Pranzo: 200 gr di fiocchi di latte, 5 cracker integrali più un caffè.
Cena: due wurstel, 200 gr di broccoli e 100 gr di carote come contorno, ed infine 100 gr di gelato alla vaniglia.

Giorno 3:

Colazione: 5 cracker con formaggio spalmabile (circa 50 gr), una mela più un caffè.
Pranzo: un uovo sodo con una fetta di pane tostato.
Cena: 200 gr di tonno al naturale, 100 gr di cavolfiori bolliti e barbabietole, due kiwi e 100 gr di gelato alla vaniglia.

Per ottenere degli ottimi risultati dalla dieta Miami, è fondamentale abbinare il regime alimentare ad una regolare attività fisica giornaliera di almeno 30 minuti per favorire l’eliminazione delle tossine in eccesso e stimolare il processo digestivo.

Per concedersi qualche spuntino al di fuori della dieta sono da evitare i frutti di stagione e lo yogurt magro cercando di integrare una maggiore quantità di alimenti ricchi di fibre e bere molta acqua.

 
Grazie al nostro canale Telegram potete rimanere aggiornati sulla pubblicazione di nuovi articoli di WebMagazine24
 
 

Articoli consigliati:


Autore dell'articolo: Jacqueline Facconti

Redattore, Web Editor e Web Content Manager, collabora con varie testate e magazine professionali, cultrice di materie economiche, finanza, assicurazione, tecnologia e merceologia. Laurea magistrale in Strategia, Management & Controllo conseguita con votazione 110 e lode, Laurea in Economia Aziendale conseguita con 110 e Lode, Master in Comunicazione, Impresa, Assicurazione e Banca. Esperta in Quality e Human Resource Management, scrittrice professionista. Ha svolto la professione di Ricercatore e di Consulente assicurativo e finanziario.