F1, Lewis Hamilton: “Non voglio una stagione di montagne russe”

Il campionato di F1 entra sempre più nel vivo. Lewis Hamilton con la vittoria in Canada, ha ricucito il distacco da Sebastian Vettel, portandosi a soli 12 punti di distanza.

Il tre volte campione del mondo della Mercedes afferma che sfruttare il pieno potenziale della Mercedes W08 è ancora difficile, tuttavia, sta imparando con le gare appena trascorse.

F1: le parole di Lewis Hamilton

«Abbiamo imparato molto da Monaco e penso che abbiamo fatto altrettando dal Canada», afferma il pilota britannico.

«Se acquistiamo la stessa diligenza che abbiamo mostrato nelle ultime due settimane, sono abbastanza sicuro che possiamo continuare a combattere e forse senza avere alti e bassi, come se fossimo sulle montagne russe», afferma Hamilton.

Lewis Hamilton ha evidenziato un’inversione di tendenza della squadra da Monaco a Montreal, come segno che la squadra voglia imparare dai propri errori.

«Il lavoro in Canada è stato migliore. Abbiamo davvero capito dove abbiamo sbagliato, abbiamo davvero capito dove l’auto era sbagliata. Siamo venuti qui con una vera e propria conoscenza di come risolvere il problema», continua il pilota Mercedes.

Hamilton ha aggiunto che il giro più veloce nelle fasi finali del GP del Canada non lo ha fatto per divertimento, ma per la registrazione dei dati.

Il tempo sul giro è stato un secondo più veloce del suo precedente migliore in gara, ed è stato registrato quando era comodamente davanti al suo compagno di squadra Valtteri Bottas.

«Quando torno ai box dopo la gara devo restituire le informazioni, e ho un sacco di informazioni da raccogliere in 70 giri di pista. Mi serve sapere se le gomme reagiscono bene, e quindi ho provato a mettere per un giro, l’auto al limite».

Fonte

Close
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: