Fondo sostegno start up e PMI innovative 200

Fondo sostegno start up e PMI innovative 200 mln di euro

         
Iscriviti al Feed di Webmagazine24.it intopic.it feedelissimo.com
 

Istituito il fondo da 200 milioni di euro per il sostegno alle Start-up e PMI innovative

Stefano Patuanelli ha dato l’ok a 200 milioni di euro al fondo per il sostegno delle Start up innovative e PMI Innovative. Il ministro dello sviluppo economico, ha apposto la firma sul decreto attuativo dell’articolo 38, comma 3, del DL Rilancio.  Le risorse saranno affidate al Fondo Nazionale Innovazione; sosterrà investimenti nel capitale di Start up e PMI innovative in co-investimento con investitori regolamentati o qualificati.

Gli investimenti dovranno essere rivolti verso Start up e PMI innovative che stiano effettuando round d’investimento o l’abbiano effettuato entro 6 mesi l’entrata in vigore del D.L.Rilancio.

Attraverso il Fondo potranno essere erogate risorse fino a un massimo di 4 volte il valore dell’investimento degli investitori privati; il limite complessivo è di 1 milione per singola Start up o PMI innovativa.

Procedura di valutazione imprese beneficiare Smart&Start

Nei primi 6 mesi di operatività del Fondo è prevista anche una procedura accelerata di valutazione per imprese già beneficiarie dello strumento Smart&Start; quindi per le Start up e le PMI innovative che hanno subito una riduzione dei ricavi relativi al primo semestre dell’anno 2020 di almeno il 30% rispetto a quelli:

  • nel primo semestre 2019;
  • o nel secondo semestre dell’anno 2019.

Stefano Patuanelli:

“Con la firma del decreto attuativo affidiamo, in tempi record, al Fondo Nazionale Innovazione le risorse necessarie per sostenere le nostre Start up e PMI innovative in un momento di grave difficoltà economica e finanziaria e conseguente all’emergenza sanitaria. Abbiamo colto questa esigenza e insieme alle Associazioni e agli operatori del settore abbiamo cercato di farvi fronte, consapevoli di non poter disperdere il patrimonio innovativo delle nostre imprese, fondamentale per la crescita del nostro Paese e la creazione di posti di lavoro”

Gian Paolo Manzella:

“La firma del decreto attuativo è un segnale concreto alle nostre PMI e Start up innovative, un vero centro di ricerca a cielo aperto che dobbiamo valorizzare in questo passaggio. È un settore centrale per il futuro industriale dell’Italia, e lo dimostra la velocità della nostra azione, l’ascolto di operatori e Associazioni, il confronto, nella redazione, con le professionalità più specializzate nella Pubblica Amministrazione. È un altro passo che deve spingerci a fare ancora di più: dalle competizioni tra Start up nelle scuole, al sostegno alla realizzazione di incubatori sul territorio; al rafforzare il dialogo tra Start up e le nostre imprese tradizionali. Perché, deve essere sempre più chiaro che sostenendo le Start up sosteniamo tutto il tessuto produttivo italiano, la sua competitività, la nostra cultura d’impresa.”

DI SANTE Paolo

Puoi leggere anche i seguenti articoli di economia:

Delisting Roma significato e condizioni TUF

Incentivo per acquisto di veicoli a basse emissioni M1

Prenotazione ecobonus per acquisto con rottamazione

↪️ Altre  notizie di economia nella pagina dedicata del sito.

Torna alla Homepage

Per favore supportaci e metti mi piace!!

Autore dell'articolo: Paolo Di Sante

Avatar
Ogni giorno genitori danno tutto per la famiglia, lavoratori si sacrificano per lo stipendio, disoccupati cercano lavoro, imprenditori e professionisti cercano di mandare avanti l'attività. E poi c'è l'Italia, un paese intasato di burocrazia e norme che sembrano remare contro chi si alza la mattina per affrontare la giornata. Tutto ciò ha mosso in me la voglia di pubblicare studi, ricerche ed appunti che sono frutto di oltre un ventennio di lavoro: adempimenti fiscali, civilistici ed amministrativi; servizi alle aziende ed alle persone in campo amministrativo e finanziario. Credo che la diffusione delle informazioni porti equità sociale. Il mio motto preferito: "l'unione fà la forza".